fbpx

Vaccino antinfluenzale in gravidanza contro il rischio di parto prematuro

Care mamme,

secondo un recente studio, sembrerebbe che sottoporsi al vaccino influenzale durante la gravidanza sia importante, non solo per salvaguardare la salute del nascituro, ma anche per ridurre il rischio di parto prematuro o di avere un bambino troppo piccolo rispetto all’età gestazionale.

La ricerca è stata condotta dai ricercatori della Emory University Rollins School of Public Health di Atlanta, coordinati dal dottor Saad B. Omer, e pubblicata su PLoS Medicine.

Per giungere a queste conclusioni, gli studiosi hanno valutato l’impatto della vaccinazione antinfluenzale su 4168 coppie madre/figlio, durante ogni trimestre della gravidanza. Al momento dei parti, avvenuti tra il 1° giugno 2004 e il 30 settembre 2006, i ricercatori hanno potuto registrare percentuali più basse di prematuri e di bimbi sottopeso tra i bambini nati durante la stagione influenzale (ossia tra ottobre e maggio) le cui madri erano state vaccinate contro l’influenza durante la gravidanza. Questo perché il vaccino ha tenuto lontane le classiche infezioni stagionali che avrebbero potuto avere ripercussioni negative sui bambini.

E voi mamme cosa ne pensate di questo studio? Insomma, la discussione su come curarsi in gravidanza e su quali medicinali è possibile prendere è sempre accesa, così come è controversa la questione dei vaccini. Insomma, voi come vi comportereste?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *