Tappe del bambino: neonato a 5 mesi

Il neonato, a 5 mesi, sta attraversando un’altra importantissima fase di transizione della sua crescita. Comincia a gattonare, compare la lallazione e si prepara allo svezzamento.

Sviluppo psicomotorio dei neonati a 5 mesi

A 5 mesi i neonati sono in grado di stare seduti, in posizione eretta, anche per lunghi periodi. Il consiglio è sempre quello di farli adagiare su un cuscino per dare sostegno alla loro piccola schiena. A quest’età si ritrovano in una fase di preparazione al gattonamento in cui comincia a rotolarsi sulla pancia e a dondolarsi scalciando. Inoltre, la loro forza aumenta e la presa si fa più decisa. Cominciano ad afferrare gli oggetti, raccoglierli e tirarli.

La loro capacità visiva continua a migliorare progressivamente, il neonato a 5 mesi riesce a mettere a fuoco a distanze diverse e a coordinare il movimento di entrambi gli occhi. In miglioramento anche la percezione del colore, dove si riescono finalmente a percepire le diverse tonalità di uno stesso colore.

Come comunicano i neonati a 5 mesi

In questa fase comincia a manifestarsi la lallazione, ovvero ripetizioni continue della stessa sillaba. E’ la fase che precede lo sviluppo del linguaggio. Siamo in un momento in cui, per il neonato, il significato delle varie parole è ancora sconosciuto, ma inizia a dare un senso ai suoni che sente. Comincia anche a voltarsi se chiamato con il suo nome e a girare la testa in direzione dei suoni che trova più interessanti.

Questo è il momento giusto per iniziare a leggere dei libri al bambino. Consigliati quelli tattili che vanno a stimolare diverse aree del suo cervello. Ripetere le parole ad alta voce, indicando l’oggetto a cui si riferiscono, aiuta il bambino nell’associazione oggetto-parola e gli permette di raggiungere uno sviluppo cognitivo ottimale.

Il sonno del neonato al 5° mese

La maggior parte dei neonati a 5 mesi comincia a dormire tutta la notte, per questo è fondamentale l’introduzione di una routine, che va ripetuta quotidianamente, soprattutto la sera prima di andare a dormire. Tra i gesti più diffusi abbiamo: il bagnetto, la lettura di una fiaba o la Ninnananna. Per far capire al bambino che si avvicina l’ora della nanna, abbassate le luci e mettetegli il pigiamino.

Il neonato va messo nella sua culla appena comincia a dare segnali di sonnolenza, senza aspettare che si sia già addormentato. In questo modo il bambino imparerà ad addormentarsi autonomamente. Durante il giorno restano comunque necessari i due sonnellini: uno al mattino e uno al pomeriggio dopo pranzo, che servono al piccolo per rigenerarsi e recuperare energie. Uno dei traguardi del 5° mese è riuscire a distinguere il giorno dalla notte.

Crescita del neonato a 5 mesi

Entro il 5° mese di vita il neonato arriva a raddoppiare il peso della nascita e se nutrito attraverso il latte in formula potrebbe anche accumulare qualche Kg in più. Nel corso del mese poi, acquista un altro Kg circa.

Al 5° mese alcuni neonati si preparano allo svezzamento, solitamente consigliato al 6° mese. Importante valutare gli input che il piccolo manda e seguire i consigli del pediatra. I segnali per capire se il bambino è pronto sono: capacità di tenere la testa dritta in autonomia, aprire la bocca all’avvicinamento del cibo, riuscire a prendere da mangiare attraverso un cucchiaino e mostrare interesse verso il cibo. Ovviamente, nel momento in cui si iniziano a introdurre altri alimenti, il latte rimane comunque l’alimento principale della loro dieta giornaliera.

Intrattenere e stimolare

Ci sono poi dei giochi consigliati per i neonati di 5 mesi, colorati e semplici, che lo aiutano a sviluppare il linguaggio e le sue altre abilità cognitive. La palestrina è una soluzione ottima che permette al bimbo di giocare da sdraiato o seduto con varie modalità. Altri giochi consigliati sono: le Maracas e la palla musicale che va a riprodurre i versi degli animali. Perfetto tutto ciò che fa rumore, suona e trasmette colore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *