Stitichezza: le prugne secche

Care mamme,

nei casi di difficoltà ad andare di corpo (per comodità la chiamerò “stitichezza”, anche se non sarebbe il termine esatto) , ho trovato le prugne il lassativo più efficace.

Ovviamente, nel caso di un neonato o di un lattante non si danno direttamente i frutti, quanto piuttosto il succo o l’acqua ricavata dalla prugna.

Io conosco due modi: il primo è quello di far bollire per un po’ alcune prugne secche e di dare poi alla piccola qualche cucchiaino dell’acqua di cottura, opportunamente intiepidita. Il secondo modo consiste nel lasciare a bagno in acqua le prugne secche per una notte intera, e usare l’acqua del bagno il giorno dopo, sempre in modiche quantità di qualche cucchiaino, dato che le prugne sono un lassativo efficace ma anche potente.

Per piccoli più grandini, magari che hanno iniziato lo svezzamento, un omogeneizzato o una purea del frutto biologici possono servire allo stesso scopo, insieme a una sostituzione di cibi astringenti (mela, riso) con alimenti che stimolino l’intestino (pera, miglio). Per i lattanti, invece, il lassativo (naturale!) può essere assunto dalla mamma, per provare ad aiutarlo anche con il latte, attraverso l’allattamento.

E voi che ne pensate? Avete mai usato le prugne secche? Conoscete altri modi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *