fbpx

Separazione e divorzio consensuale, come procedere

Non vorremmo mai che accadesse, ma purtroppo a volte succede. Le statistiche parlano chiaro e i divorzi e le separazioni in Italia sono in continuo e costante aumento.

Axerta, sito di statistiche, afferma che nel 2012 il 73,3% delle coppie che si sono separate avevano figli. E per i divorzi le coppie con figli erano il 66,2% del totale. Solo il 48,7% delle separazioni e il 33,1% dei divorzi riguardava coppie con un figlio minorenne.

La legge 132 del 12 settembre 2014 è nata con lo scopo di semplificare e rendere meno pesante dal punto di vista burocratico la procedura di divorzio per le coppie che decidono consenzientemente di separarsi.

In pratica oggi è necessario presentarsi di fronte all’ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza e presentare una serie di documenti per essere ufficialmente separati.

I requisiti per poter accedere alla procedura semplificata prevista dalla legge 132/2014 sono:

  1. Gli ex coniugi devono essere entrambi consenzienti a voler procedere con la separazione e devono aver precedentemente raggiunto un accordo sulle condizioni di un eventuale mantenimento.
  2. assenza di figli minorenni o maggiorenni ma non ancora economicamente autosufficienti.
  3. Assenza di disposizioni patrimoniali immobiliari.

Lo Stato, a questo punto, provvede a far cessare gli effetti civili e contrattuali del matrimonio.

Nel caso di figli minorenni o maggiorenni non autosufficienti, si può ricorrere alla separazione e al divorzio consensuale, tramite la legge 162/2014.

In questo caso di deve ricorrere ad una negoziazione assistita da un avvocato, e ad una dichiarazione dei coniugi volta al sindaco per proprio Comune di residenza.

Sarà quindi stabilita la data di un udienza nel tribunale di competenza, in cui i coniugi sono tenuti a presentarsi personalmente e dove verrà verbalizzata ufficialmente la volontà degli ex coniugi di voler procedere con la separazione. Se le condizioni concordate dai coniugi per il benessere dei figli vengono considerate adeguate, verrà emesso un decreto ufficiale di omologazione della separazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *