Passeggiando in bicicletta…accanto a te…

Questi sono i versi di una famosissima canzone che a qualsiasi età prima o poi viene canticchiata…

La bicicletta è ormai un mezzo che viene utilizzato abitualmente , non solo nei piccoli paesini di campagna ma anche nelle grandi metropoli, il traffico non ci permette di utilizzare l’auto ( i parcheggi sono praticamente introvabili e le multe immancabili … avete presente all’uscita da scuola …. e soprattutto per le brevi e veloci percorrenze la bicicletta risulta il mezzo ideale. E a quale bambino non piace andare con mamma o papà fino a quando non potrà avere la sua bicicletta personale.

Ormai nella maggior parte delle città esistono le piste ciclabili ma questo non toglie il fatto che è comunque un mezzo “pericoloso” pertanto è meglio osservare piccole regole importanti per la vostra sicurezza e per quella dei vostri bambini

Il Codice della Strada consente il trasporto di bambini fino ad 8 anni di età, accompagnati da un maggiorenne e solo usando un seggiolino di protezione omologato.

Il seggiolino deve essere dotato di:

  • bretelle e cinture di contenimento
  • struttura di protezione dei piedi e degli arti inferiori
  • schienale di sostegno
  • braccioli di sostegno arti superiori

Seggiolino anteriore: per bimbi di peso tra i 9 e 15 kg. Da posizionare sulla parte rigida del telaio della bicicletta, non deve mai ostacolare la visibilità del conducente.

Seggiolino posteriore: per bimbi fino ad 8 anni di età. Da posizionare sul telaio o il portapacchi della bicicletta, dietro al conducente del mezzo.

Assicurarsi che il vostro mezzo abbia sempre:

  • gomme e freni in piena efficienza
  • luce anteriore (bianca o gialla) e luce posteriore (rossa)
  • campanello di segnalazione
  • catadiottri sui pedali e sulle ruote

Usare il casco di protezione omologato è buona norma per proteggersi da possibili urti alla testa (previene l’85% dei traumi in caso d’incidente stradale).

ciclisti che circolano fuori da centri abitati, da mezz’ora dopo il tramonto del sole a mezz’ora prima del suo sorgere, e sempre nelle gallerie, di indossare un giubbotto o bretelle retroriflettenti ad alta visibilità.

Dal 2005, inoltre, anche in Italia è in vigore una normativa europea (EN 14344) che ne definisce le caratteristiche.

In base al peso del bambino e alla posizione sulla bicicletta in cui si possono montare, i seggiolini devono riportare delle specifiche sigle:

A 15: Seggiolini posteriori per bambini che pesano da 9 a 15 chili;
A 22: Seggiolini posteriori per bambini che pesano da 9 a 22 chili;
C 15: Seggiolini anteriori per bambini che pesano da 9 a 15 chili (oltre questo peso occorre posizionarli dietro).

Inoltre, se applicato davanti, il seggiolino per bicicletta non può essere fissato al manubrio, ma alla parte rigida del telaio; infine le dimensioni di seduta e schienale devono rientrare in specifiche misure, così come per angoli, bordi e sporgenze devono essere rispettate precise caratteristiche (fondamentali per la sicurezza della circolazione su strada).

Un consiglio: al momento dell’acquisto è sempre bene portare il proprio bambino, per fargli provare quello su cui starà più comodo, anche la misurazione del caschetto è fondamentale ( anche per voi … ricordate che se non utilizzerete voi il casco nemmeno il vostro bambino vorrà utilizzarlo ! Date voi il buon esempio !). La scelta di quest’ultimo lasciatela al vostro bambino sarà più invogliato ad indossarlo !

Buona pedalata e mi raccomando … le regole base del codice della strada VALGONO ANCHE PER LE BICICLETTE … soprattutto la segnaletica …. Troppo spesso si pensa che essendo in bicicletta possiamo fare sensi unici , strane svolte occupare marciapiedi …. Non è così …. Ma questa è buona educazione e senso civico … senza togliere che per gli automobilisti siamo ingombranti e a noi prestano poca attenzione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *