Neonato e igiene: sterilizzare è necessario? Come si fa? Parte II

Care mamme,

come promesso, eccoci qui ad approfondire l’argomento neonato e igiene, per vedere assieme i vari metodi per sterilizzare gli oggetti del neonato, dal più classico e antico, al più moderno e tecnologico. Per chi si fosse perso la prima parte del nostro articolo, eccola qui.

Sterilizzazione a caldo

Come tante di voi avranno potuto constatare, la “bollitura” è il metodo più antico per sterilizzare gli oggetti. Mettere una pentola con acqua a bollire e lasciarvi gli oggetti per venti minuti, ci garantisce la sterilizzazione degli stessi.

Molto importante:

  1. la pentola va tappata con un coperchio;
  2. gli oggetti in vetro (biberon, barattoli per conservare il latte) vanno messi nell’acqua quando l’acqua è ancora fredda
  3. gli altri oggetti in silicone o caucciù (tettarelle/ciucci) vanno messi nell’acqua una volta che questa inizia a bollire e vanno controllati spesso poiché il calore logora la gomma.

La sterilizzazione a caldo attraverso la bollitura fa parte dei metodi naturali.

Sterilizzazione a freddo

La sterilizzazione a freddo fa parte del metodo chimicoPer poter sterilizzare gli oggetti, bisogna acquistare l’apposita vaschetta-contenitore e le pastiglie o liquido appositi.

Una volta lavati e risciacquati, oggetti, biberon ecc., vanno inseriti nella vaschetta, dove avremo precedentemente inserito la quantità di disinfettante indicato. Dopo un tempo medio di trenta minuti, gli oggetti potranno essere tolti dalla vaschetta, con l’ausilio di un’apposita pinzetta, ed utilizzati, senza essere risciacquati.

Questo metodo si rivela molto pratico poiché, oltre ad essere veloce, spesso è possibile portare una piccola parte di liquido disinfettante “a passeggio”, in barattolino ad esempio, per poter disinfettare il ciuccio qualora cadesse.

Sterilizzazione a vapore

Gli ultimi sterilizzatori messi in commercio, sfruttano il metodo della sanificazione a caldo per disinfettare gli oggetti. Tale metodo risulta pratico,veloce, efficace e sicuro. Questi apparecchi che funzionano attaccati alla corrente elettrica, permettono la sterilizzazione degli oggetti attraverso l’elevata temperatura del vapore dell’acqua contenuto nell’apparecchio, senza l’utilizzo di sostanze chimiche o detergenti.

Quale acquistare?

Se intendiamo acquistare uno sterilizzatore, acquisto tutt’altro che superfluo ma anzi utilissimo, possiamo farci consigliare dal nostro farmacista di fiducia o farci spiegare differenze e dettagli dei vari apparecchi in vendita. 

Conoscendo le caratteristiche, saremo in grado di scegliere quello più adatto alle nostre esigenze, anche in base ai costi.

(fonte immagine pixabay.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *