Mughetto cos’è e come si cura

Se il vostro bambino è molto nervoso, non riesce a succhiare bene e ha delle macchiline bianche in bocca che non vengono via, può darsi che si tratti di mughetto”.

Questo infezione è molto frequente nei primi mesi di vita dei neonati ed è causato da un fungo, la Candida albicans,  che cresce rapidamente sulla mucosa orale sfruttando l’umidità e l’abrasione della stessa per effetto della suzione (ciuccio, capezzolo, biberon). Il neonato e il lattante dei primi mesi sono facilmente esposti a questa infezione a cusa del loro sistema immunitario ancora immaturo e quindi incapace di combatterla.

Il contagio talvolta può avvenire al momento della nascita, quando il bambino passa attraverso il canale del parto: infatti se la madre soffre di candidosi vaginale è facile che contagi il bebè che manifesterà il problema nel giro di qualche settimana.D opo i primi mesi l’infezione da candida della bocca è infrequente e, soprattutto se persistente, deve essere segnalata al medico.

Il “funghetto” trova strada facile nei materiali porosi di cui sono composti tettarelle e ciucci e chiaramente è facilmente trasmissibile sul capezzolo della mamma, per questo è fondamentale la sterilizzazione corretta( sarebbe meglio cambiarli e gettare quelli contaminati) e nel caso del capezzolo, disinfettarlo bene ad ogni poppata e curarlo con un gel antimicotico, lo stesso che userete nella bocca del piccolo.

Il mughetto d’altra parte non attecchisce su tessuti e organismi normali, per cui di fatto non è contagioso, cioè non si trasmette da una persona all’altra.

Come si manifesta

  • Placchette bianche, di forma irregolare
  • localizzate sulla mucosa della bocca e talora anche della lingua
  • contrariamente ai depositi di latte che spesso vengono confusi per mughetto, non è possibile eliminarli

Poichè il fungo si manifesta nell’intestino è facile che si possa manifestare anche nelle zone intime vicino al pannolino, con arrossamentiscrepolature e bollicine.

Ma come si cura?

Effettuate, con una garza sterile delle applicazioni di acqua e bicarbonato, avvolta intorno al dito  o ad un cotton fioc, fate lo stesso sui capezzoli, e sulle tettarelle, prima di sterilizzarle.

  1. Tettarelle e ciuccio devono essere attentamente sterilizzati.
  2. Rivolgetevi al vostro medico o pediatra se:
  • se il trattamento con acqua e bicarbonato non ha effetto dopo una settimana, perchè il medico confermi la diagnosi ed eventualmente prescriva un farmaco antifungino
  • se, nonostante la terapia prescritta dal medico, il mughetto sembra peggiorare
  • se il bambino ha più di 6 mesi
  • se il bambino ha febbre, in modo apparentemente inspiegabile

Nel giro di una settimana il problema dovrebbe comunque risolversi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *