Mettiamo il Cashback sotto l’albero di Natale

Siamo alle porte del Natale, in attesa dei prossimi giorni di festa iniziamo i preparativi, anche se quest’anno il luogo in cui trascorreremo le vacanze sarà la nostra casa. Il Natale è la festa della famiglia e quella che più di tutte entusiasma i bambini.

Una delle tradizioni più belle e tipiche del Natale è lo scambio dei doni, un gesto capace di scaldare il cuore di grandi e piccini. Chi di noi non si intenerisce al pensiero dello sguardo meravigliato e felice di un bimbo, osservandolo mentre apre il regalo tanto atteso? Quest’anno abbiamo la possibilità di ottenere un vantaggio economico dai nostri acquisti natalizi attraverso l’operazione del cashback nazionale. Aderendo all’iniziativa potremo mettere sotto l’albero qualche piccolo regalo in più.

Cosa significa cashback

Quest’anno lo shopping natalizio si prospetta diverso, l’emergenza sanitaria ha condizionato le nostre vite e cambiato le nostre abitudini. Durante i periodi di lockdown abbiamo già imparato a prendere confidenza con gli acquisti on-line e ad utilizzare nuovi metodi di pagamento, che forse fino ad ora non avevamo mai usato. Negli ultimi giorni ha destato curiosità ed interesse l’iniziativa Cashback di stato. Cerchiamo di capire di cosa si tratta, come funziona e quali vantaggi offre.

Cashback letteralmente significa “soldi indietro” e in sostanza significa che il cliente riceve indietro una parte del denaro speso facendo acquisti. Il Cashback di cui si parla in questi giorni è una iniziativa promossa dal governo, un’opportunità offerta a chi voglia effettuare acquisti in base a determinate modalità. Ecco i dettagli.

Cashback di Natale

L’iniziativa Cashback è partita l’8 dicembre e la fase lancio terminerà il 31 dicembre, per poi proseguire per tutto il 2021. In questa prima fase per ottenere un rimborso l’utente dovrà effettuare almeno 10 acquisti nel periodo compreso tra l’8 ed il 31 dicembre, pagando con bancomat o carta di credito. Superata tale soglia avrà diritto a ricevere il rimborso al termine del periodo. Per ogni transazione il cliente accumula una somma pari al 10 per cento del singolo importo di spesa, con un rimborso massimo di 15 euro per singola spesa ( per una spesa di 150 o più ottengo al massimo 15 euro di bonus). Non è previsto un limite minimo o massimo di transazione, tuttavia il rimborso massimo previsto nel periodo è di 150 euro. Le somme restituite saranno accreditate sul conto corrente del titolare entro 60 giorni dal termine di ciascun periodo.

Cashback 2021

La seconda fase inizierà il primo gennaio 2021, per accedere ai rimborsi sarà necessario effettuare 50  transazioni nel corso del semestre. Il rimborso sarà pari al 10 per cento della spesa, fino ad un massimo di 1.500 euro a semestre, per un rimborso massimo di 150 euro. Anche in questo caso il rimborso sarà accreditato entro 60 giorni dalla fine del semestre.

Come partecipare

L’adesione al programma si effettua scaricando l’applicazione IO. Ogni utente dovrà inserire i dati dei diversi mezzi di pagamento a sua disposizione e l’iban del conto corrente sul quale verranno accreditati i rimborsi. Ogni carta deve essere inserita in base alla sua funzionalità, per esempio se il bancomat è dotato anche della funzione pago-bancomat il numero di carta dovrà essere registrato in entrambe le sezioni dell’app. Per l’accesso all’app è necessario essere in possesso dello spid o della carta di identità elettronica. In alternativa all’applicazione IO è possibile utilizzarne altre, per esempio Satispay. Sul sito dell’applicazione trovate le Faq con tutti i dettagli del regolamento, spiegati in modo semplice.

Vantaggi

Partecipare è semplice, quando vi recate in un negozio dovete compiere l’acquisto come solitamente fate, allo stesso modo l’esercente non deve avere abilitazioni particolari per partecipare all’iniziativa, se non essere dotato del pos, naturalmente. Per il pagamento utilizzate solo le carte che avete registrato su IO, magari potete concentrare le spese di famiglia sulla stessa carta per raggiungere più velocemente la soglia delle transazioni richieste. Le transazioni effettuate con pago-bancomat sono sempre valide ai fini dell’accumulo del bonus di rimborso, quelle tramite pos solo per determinate categorie di pos. Se riuscirete ad arrivare alla soglia di sblocco del cashback potrete ricevere indietro una parte del denaro che avete speso. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *