Maratona al nono mese di gravidanza: salutare attività fisica o pericolosa incoscienza?

Care mamme,

avete sentito l’incredibile storia di Amber Miller? Amber è una ragazza americana di 27 anni che, domenica mattina, ha corso la maratona di Chicago. Beh, niente di strano direte voi, se non fosse che Amber era incinta di ben 39 settimane e che, poco più di 7 ore dopo aver tagliato il traguardo, ha partorito la sua bambina.

Amber, ovviamente, non è una sprovveduta ma una maratoneta professionista e allenata (con 8 maratone all’attivo) che, prima di affrontare questo sforzo, ha chiesto l’ok del proprio ginecologo e ha corso sempre sotto lo sguardo vigile del marito Joe. Inoltre, per sicurezza, Amber ha deciso di correre solo per metà del percorso e di marciare per l’altra metà.

Le prime contrazioni sono arrivate già durante la gara, per poi aumentare gradualmente e portare, intorno alle 22:30, alla nascita della piccola June Audra, una bella bimba sana di circa 3,5 kg. Nonostante i dolori, comunque, Amber è riuscita a portare a termine il percorso in 6 ore e 25 minuti, non il suo miglior tempo ma comunque sufficiente per battere il marito. Amber comunque dichiara che non è proprio sicura che quei dolori fossero davvero quelli del travaglio, visto che molto spesso, mentre correva durante la gravidanza, aveva avvertito delle piccole contrazioni. Questa volta, Amber dice che il disturbo più grande è stato il dolore ai piedi e che la gara è stata decisamente più facile del travaglio che è seguito!

Ad ogni modo, per Amber e la piccola June questa non è stata la prima esperienza sportiva perché Amber era già incinta di 17 settimane quando partecipò alla maratona del Wisconsin.

Insomma, un gran bel coraggio magari misto ad un filo di incoscienza, soprattutto a gravidanza così inoltrata…siete d’accordo? I medici sostengono che se una donna ha l’abitudine di correre regolarmente prima della gravidanza, sia salutare per lei continuare anche durante la gestazione perché, secondo gli esperti, il livello di esercizio fisico solo raramente diventa un problema in gravidanza.

Molte ostetriche, però, sono del parere che le donne in gravidanza dovrebbero astenersi da certe competizioni, per non sottoporsi a troppi sforzi.

E voi che ne pensate? Che esperienze avete? Anche voi siete delle supersportive che non si sono negate la loro dose di attività fisica anche durante la gestazione? Raccontateci di voi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *