Mamme e chirurgia, binomio sempre più stretto

Care mamme torniamo oggi ad approfondire un argomento di cui Mammaoggi si sta occupando da parecchio tempo con una serie di speciali: ovvero il rapporto fra chirurgia estetica e maternità, soltanto ieri abbiamo parlato del Mummy job, il pacchetto di interventi post gravidanza che sembra essere molto richiesto dalle Mamme Vip d’oltreoceano.

Sempre più spesso, infatti, molte donne sembrano avere il desiderio di ricorrere alla chirurgia estetica per tornare alla forma pre parto subito dopo la gravidanza, talvolta cercando anche di bruciare le tappe e precorrendo i tempi del naturale recupero fisico.

Anche il dottor Paolo Santanchè, chirurgo estetico e plastico che da qualche mese ci rilascia dichiarazioni in esclusiva, ci ha detto più volte che la chirurgia è ormai sdoganata anche fra le donne comuni, ben prima certo è stata sdoganata per le donne di spettacolo.

Ora a mettere nero su bianco questi dati ci ha pensato anche l’ASPSAmerican Society of Plastic Surgeons: secondo i dati raccolti infatti nella top 5 degli interventi piu’ richiesti dalle donne fra i 20 e i 29 anni ci sono infatti ben 4 interventi legati ai punti critici post partum, interventi che ben conosciamo noi di Mammaoggi: al primo posto la mastoplastica additiva, al secondo (meno riguardante la chirurgia post partum) la rinoplastica, al terzo la liposuzione, al quarto la mastopessi (che noi abbiamo trattato insieme alla mastoplastica) e al quinto l’addominoplastica.

In Italia i dati ovviamente sono meno indicativi anche se il ricorso al chirurgo estetico è più facile di una volta, anche per le mamme che hanno avuto un primo figlio, soprattutto per quelle donne che hanno spostato più in là l’età media della prima gravidanza.

E i consigli dei chirurghi sono sempre gli stessi, aspettare almeno sei mesi dopo il parto per prenotare un intervento, perché alcuni difetti estetici sono recuperabili anche senza ricorrere alla chirurgia, mentre sul web si moltiplicano le iniziative pro e contro la chirurgia. Prima fra tutte “Cuore di mamma corpo di donna“, un progetto a sostegno di allattamento e maternita‘ promosso da QMed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *