Mamma Sesa: dormire con il sacco a pelo

Care mamme,

come fate dormire i vostri bimbi? O meglio, come preparate la culla per i vostri cuccioli? Lenzuolino e coperta? Piumoncino infilato dentro al lenzuolo a sacco?

Ok, ora che è un caldo bestiale immagino che tutte noi li stiamo facendo dormire praticamente nudi, ma, per la maggior parte dell’anno, almeno per quelli freddolosi come me e il mio bimbo, le coperte non bastano mai.

Quando è nato mio figlio, la mia teutonica suocera mi aveva regalato lo Schlafsack (sacco a pelo) per il bimbo ma io, non avendolo mai visto prima, dopo i calorosi ringraziamenti di rito, lo avevo ordinatamente riposto nell’angolo più nascosto dell’armadio.

Per i primissimi mesi di vita di mio figlio, nato a fine ottobre, piumone e lenzuolo a sacco andavano più che bene perché, prima di tutto non riusciva a muoversi, e poi non dormiva mai più di 3 ore di fila quindi il rischio di prendere freddo era molto ridotto. Quando ha imparato a girarsi da solo e a dormire tutta la notte però, sono iniziati i problemi, perché spesso la mattina lo trovavo tutto infreddolito. Così mi è venuto in mente il sacco abbandonato e ho deciso di provare ad usarlo: ero ancora molto scettica perché pensavo sarebbe stato più che altro un impiccio per la sua libertà di movimento, ma mi sbagliavo di grosso! Lui l’ha amato subito, perché lo teneva al calduccio, e io ho imparato ad apprezzarlo moltissimo, per la sua praticità e vera utilità.

Il sacco a pelo, chiamato anche sacco nanna o sacco notte, è un vero e proprio sacco dove infilare il bambino, può avere le spalline larghe o le maniche corte, essere di cotone, felpa, pile e di diverse consistenze a seconda della stagione e, solitamente, si chiude con una zip sui lati oppure davanti.

E’ comodo perché permette al bambino di stare sempre coperto, anche se fa acrobazie nel letto, perché il sacco si muove sempre insieme a lui senza intralciarne minimamente i movimenti.

Per noi, qui tra le montagne dove d’inverno il freddo si fa sentire, il sacco a pelo è la soluzione migliore perché è ciò che si avvicina di più al caldo abbraccio di una coperta, ancora meglio di qualsiasi pigiamone!

Qualche consiglio acquisti:

E poi ce ne sono di bellissimi, io l’ho trovato coordinato con il paracolpi…perfetto anche per le fashion-victim-mums!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *