Malattie dell’infanzia: la pertosse

La pertosse è una malattia infettiva tipica dell’infanzia, causata da un batterio, la Bordetella Pertussis, la cui sintomatologia consiste non è tanto nel bacillo ma uanto una sua tossina che provoca lesioni alla mucosa di bronchi e bronchioli, con conseguente broncospasmo.
La pertosse ha un periodo di incubazione di 10-14 giorni e si presenta inizialmente come un modesto raffreddore, accompagnato da qualche colpo di tosse prevalentemente notturno, con febbre generalmente lieve ma dopo circa una decina di giorni, la tosse si intensifica e diventa una tosse ad accessi, ossia una tosse caratterizzata da numerosi colpi di tosse, anche 8-10 a ripetizione senza poter riprendere fiato, in crescendo, fino a far restare il bambino senza fiato, fino alla cianosi, con gli occhi fuori dalle orbite e la lingua protesa in fuori
Al termine di queste crisi poi, vi è in genere l’emissione di mucosità biancastre e filanti tipo catarro, seguito da un’inspirazione sonora e profonda chiamata urlo: questa è la descrizione del tipico accesso de la pertosse!
Col procedere della malattia della pertosse, gli accessi si moltiplicano fino ad un numero di 10-20-30 ripetizioni nelle 24 ore sia diurne che notturne, nei cui intervalli il bambino sta bene, tranne che per dei rigonfiamenti che possono apparire sul volto, specie intorno agli occhi, ove possono comparire tra l’altro anche piccoli punti arrossati, ossia piccole emorragie dovute allo sforzo della tosse.
Trascorse 2-3 settimane ne la pertosse, il numero ed l’accesso stesso della tosse diventa meno violento, non è seguito da vomito e le inspirazioni finali sono meno rumorose cosicchè col passare dei giorni la sintomatologia si va a mano a mano attenuando, fino a che dopo circa dopo 5-6 settimane il bambino non tossisce più.

Quanto alla terapia la pertosse può essere curata con gli antibiotici dietro prescrizione medica, previa la valutazione di un’adeguata terapia, specie nei bambini al di sotto dell’anno o a quelli affetti da malattie polmonari ma sono comunque da evitare gli ambienti chiusi, fumosi o con aria viziata, mentre sono da preferire le uscite ed i soggiorni in campagna, al mare o in montagna.
La pertosse è una malattia contagiosa per 4 settimane dall’inizio della tosse, anche dai neonati o dagli adulti, pertanto se ne raccomanda la vaccinazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *