L’agriturismo è un lavoro da mamma

Ecco oggi, grazie ad Ilaria Cappelletti di Agriturismo.it, il portale leader, il più visitato in Italia per la vacanza in agriturismo, l’ultimo comunicato stampa, che dichiara essere l’agriturismo un lavoro da mamma!
In termini numerici, secondo i dati Istat infatti, tra le 19.000 aziende agricole autorizzate all’esercizio dell’agriturismo, il 62% di questi, è gestito da donne e 3 su 4, sono mamme, a riprova che l’agriturismo è un lavoro da mamma.
Non da meno, da sottolineare che le aziende agrituristiche in genere gestite da famiglie, di solito di 3 o 4 persone, vede le donne-mamme nel 74% dei casi, gestire direttamente l’azienda, con il duplice effetto di avere un’attività lavorativa appagante e più tempo per i propri figli, a riprova del fatto che l’agriturismo è un lavoro da mamma.
Tra queste mamme-imprenditrici, a riprova che l’agriturismo è un lavoro da mamma, ecco Roberta Giuntini dell’agriturismo Il Calesse (PT), che dopo aver lavorato con successo per ben 2 anni come architetto, ha partecipato alla ristrutturazione del podere di famiglia ed ha lasciato tutto, per dare vita ad un’attività agrituristica, riuscendo a stare accanto e a crescere i suoi bambini di 3 e 5 anni.
A riprova che l’agriturismo è un lavoro da mamma, ecco quindi ritmi di lavoro flessibili ed una grande tranquillità dell’ambiente, ove la donna è una regina in cucina, nel punto d’accoglienza e nel settore delle pulizie ma anche nella gestione dello staff e delle prenotazioni, durante le attività ricreative, per quanto riguarda i corsi ed il marketing ma anche promozioni e … lasciando di fatto al solo appannaggio maschile, le attività agricole e di allevamento.
Come dalle parola di Silvia Bosco, coordinatrice nazionale di Coldiretti Donne Impresa, a riprova che l’agriturismo è un lavoro da donna-mamma “La grande capacità imprenditoriale espressa dalle donne, nasce dalla loro capacità di innovare e far crescere l’azienda grazie a nuove idee e alla loro fantasia”, per cui ben vengano le nuove leve tra i i 18 e 34 anni, che intraprendono quest’attività agrituristica ed anzi … in bocca al lupo per la strada che dovrete percorrere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *