fbpx

La gravidanza isterica

La gravidanza isterica o detta anche falsa gravidanza è un disturbo, di natura psicosomatica che colpisce la donna, che prova dei sintomi del tutto simili a quelli di una vera e propria gravidanza, tale per cui si convince di essere in stato interessante.
La gravidanza isterica è un disturbo fortunatamente raro, legato “all’esasperato”, ossia che compare quando c’è un desiderio molto forte di avere un bambino e questo non può essere esaudito, o a differenza quando si ha un timore elevato di essere incinta e non lo si desidera.
I sintomi della gravidanza isterica sono comunque quelli di una gravidanza vera e propria, caso più, caso meno, come ad esempio:

  • nausea;
  • la sensazione di sentire i movimenti fetali nel ventre;
  • gonfiore addominale;
  • cambiamenti del seno dal punto di vista della secrezione;
  • seno che diventa più turgido e gonfio;
  • irregolarità del ciclo mestruale;
  • aumento del peso;
  • sensazione di falso travaglio e parto;
  • …..

Ovviamente comunque a dispetto di tutti questi sintomi caratteristici della maternità e della gravidanza isterica, di fronte al test di gravidanza il risultato è sempre e comunque negativo, tanto che ad una visita ginecologica,  l’utero non risulta aumentato di volume.
Trattandosi quindi nella gravidanza isterica di un disturbo psicofisico, non esistono cure dato che il corpo della donna non ha problemi, pertanto si consiglia in genere con una cura psicoterapeutica, per la risoluzione del problema.
L’età media delle donne colpite dalla gravidanza isterica è di 33 anni ed è particolarmente riscontrato in quelle culture che danno molto valore alla gravidanza, ove una donna senza bambini è considerata un fallimento.
Nella storia già Ippocrate nel 300 a.C. parlava di gravidanza isterica ed il primo caso conosciuto a tutti è quello della regina d’Inghilterra Mary Tudor, che comunicò al suo regno di essere incita, quando in realtà non lo era, tanto che morì senza lasciare eredi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *