La fertilità maschile e femminile

La fertilità è un argomento serio di cui molti avranno sentito parlare, ma che non tutti conoscono approfonditamente. Per poter concepire “naturalmente” un bambino, cioè tramite rapporto sessuale tra un uomo ed una donna in cui lo spermatozoo feconda l’ovulo, è necessario che il sistema riproduttivo dell’uomo e quello della donna siano operativi e funzionanti. Ma quando un uomo ed una donna sono fertili, cioè quando posso generare una vita?

Fertilità maschile

Un uomo sano, con un apparato riproduttivo funzionante, può procreare fino al suo ultimo giorno di vita. Questo vuol dire che il suo organismo produce spermatozoi atti alla fecondazione dell’ovulo femminile anche a 80 anni. Inutile dire che con l’avanzare dell’età possono subentrare disfunzioni o patologie che potrebbero complicare la riproduzione. Ma se il suo organismo funziona a dovere, un uomo non ha limiti di età per diventare padre naturale.

Fertilità femminile

A differenza di un uomo, la donna è fertile dalla sua prima mestruazione fino all’entrata nella menopausa, fase in cui l’organismo smette di produrre ovuli impedendo così la riproduzione. La menopausa generalmente si presenta tra i 40 e i 45 anni, con le dovute eccezioni, ci sono donne che sono entrate in menopausa prima dei 35 e altre ben oltre i 50, la questione è molto soggettiva. La fase di massima fertilità per una donna è tra i 20 ed i 30 anni. Questo vuol dire che una donna ha un tempo circoscritto per poter diventare madre naturale. Infatti, ogni donna nasce con un numero limitato di ovuli, una volta finiti diventa impossibile riprodursi, o quasi.

Nel caso possa servire aiuto ecco il link per un integratore alimentare che può aiutare: Guarda qui

Cos’è il periodo fertile?

Per periodo fertile si intende quella fase del mese di ovulazione femminile in cui aumentano drasticamente le possibilità dello spermatozoo di fecondare l’ovulo. I giorni più indicati se si vuole concepire sono 6 e coincidono con l’ovulazione con il periodo immediatamente precedente. È possibile calcolare i giorni fertili in base al proprio ciclo mestruale. Esistono, inoltre, dei test per questo calcolo, acquistabili on-line o in farmacia. L’individuazione dei giorni produttivi può essere utilizzato anche nel caso in cui non si voglia concepire, in questo caso non si dovranno avere rapporti durante questo periodo. Va, però, detto che questo come contraccezione non è sicuro, cioè non da la certezza che la fecondazione non avvenga.

La fertilità ai nostri giorni

Quanto detto fino ad ora è vero, ma le cose stanno cambiando. Si vendono, infatti, sempre più spesso donne volere dei bambini in una fase della propria vita più stabile emotivamente ed economicamente che, però, cade oltre il compimento dei loro 30 o dei 35 anni. Questo comporta un aumento delle difficoltà di procreare, poiché ci si avvicina sempre più alla fase della menopausa. Fortunatamente la scienza ci viene incontro aiutando uomini e donne ad avere figli anche se in caso di problemi di sterilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *