fbpx

Kim Kardashian traumatizzata dal parto: “Non lo auguro a nessuno”. Anche per voi è stato uno shock?

Care mamme,

parole molto forti sono uscite dalla bocca della regina dei reality made in USA, la neomamma Kim Kardashian.

Intervistata da Ellen DeGeneres durante il suo show, la Kardashian parla della sua gravidanza e del parto di North, la bimba avuta a giugno dal compagno, il rapper Kanye West. “La gravidanza? Non è affatto una passeggiata” afferma, aggiungendo che “è davvero complicata e dolorosa, o almeno la mia è stata così. Per questo mi sento di non augurarla a nessuno”.

Avete letto bene. Sicuramente un’affermazione forte che ha fatto molto discutere, ma che la Kardashian ha così argomentato: “Ho avuto diversi problemi medici che mi hanno anche portato a un parto prematuro, ho guadagnato tantissimo peso e i miei ormoni erano come impazziti. Continuavo a piangere senza motivo. Ma adesso quando guardo North sono felice”. La quasi signora West (il matrimonio è previsto entro l’estate) si dichiara ora “completamente innamorata” della figlia, nonostante non solo la gravidanza, ma anche il parto non siano stati un’esperienza facile.

Parlando del parto, la Kardashian infatti dichiara: “Le donne mentono quando dicono che è facile. Mia mamma e mia sorella Kourtney mi avevano raccontato solo bugie sul travaglio. Dopo aver partorito, infatti, ho guardato mia mamma e le ho detto: ‘Vado a prenderti una medaglia, te la meriti tutta’. Alla fine ne è valsa la pena di soffrire così tanto, ma per me non è stata assolutamente una bella esperienza”.

Ma con chi ha parlato la Kardashian??? Non penso che a qualcuno possa venire in mente di dire che il parto sia facile, ma addirittura un’esperienza da non augurare mai sembra davvero troppo. O no?

Comunque sembra che la più paparazzata d’America abbia superato il trauma e che ora viva in armonia con bimba e compagno che, racconta, hanno un legame speciale:  “È un genitore fantastico, la ama così tanto e non riesce a stare lontano da lei per più di qualche giorno. Di sicuro non è un ragazzo da pannolini. Ma sono certa che, in caso di emergenza, saprebbe come fare”. Beh, ce lo auguriamo anche noi…

E i vostri compagni invece, care mamme, sono “ragazzi da pannolini”? Scherzi a parte, le parole di Kim Kardashian sono senza dubbio molto sincere, a dispetto delle critiche, e ci offrono un ottimo spunto per parlare di quello che abbiamo vissuto noi.

Come è stato il parto per voi? Anche per voi gravidanza e parto sono stati uno dei momenti più difficili della vostra vita? Qual era il vostro stato d’animo?

Io, ad esempio, ho avuto due parti molto diversi: il primo con travaglio durato 26 ore, epidurale, tante dolorosissime manovre e il secondo invece liscio come l’olio, 40 minuti, nessuna anestesia e nessuna complicazione. Devo ammettere che il secondo parto è come se mi avesse fatto “far pace” con la prima, turbolenta, esperienza. Mio marito (che per fortuna è un ragazzo da pannolini) invece ricorda il primo parto come una delle esperienze più belle fatte insieme.

Comunque, non abbiate paura di raccontare e condividete con noi la vostra esperienza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *