Ittero neonati: quando è fisiologico

Care mamme,

avete presente quella strana colorazione giallognola che può colpire alcuni neonati per qualche giorno? Si tratta dell’ittero, ovvero un accumulo di bilirubina, sostanza derivante dal metabolismo dell’emoglobina, contenuta nei globuli rossi, che alcuni bebè nei primi giorni di vita faticano a smaltire. Il problema riguarda la pelle e la parte bianca degli occhi che assumono un colore giallino.

L’ittero si manifesta quando la bilirubina presente nel sangue supera i 3 mg per decilitro, e viene monitorato con un prelievo di sangue. Nulla di preoccupante, però, in caso di ittero fisiologico. Si definisce, infatti, fisiologico l’ittero che si manifesta circa 24 ore dopo la nascita, e colpisce circa il 60% dei bimbi nati a termine e circa l’80% di quelli nati prima della 37esima settimana.

L’ittero fisiologico, inoltre, è generato da bilirubina indiretta, si mantiene sotto un certo livello ogni giorno, e non supera alcuni valori stabiliti da apposite tabelle. In genere si riassorbe in circa 10 giorni nei bambini nati a termine, in 15 per i bimbi nati un po’ prematuri. Le cause vanno ricercate in un aumento della bilirubina che il fegato fatica a smaltire, a causa di un’immaturità del metabolismo del piccolo, specie se nato prematuro.

L’ittero si manifesta con maggiore frequenza in neonati venuti al mondo con parto indotto, tramite somministrazione di ossitocina, oppure se le mamme avevano sviluppato il diabete gestazionale durante la gravidanza.

Anche l’allattamento al seno può causare l’ittero, che in questo caso compare intorno al 5 giorno di vita e può durare anche fino a 12 settimane oppure in caso di un difficile avvio dell’allattamento, poiché il neonato poco nutrito sviluppa maggiori quantità di bilirubina che non viene smaltita. Non appena l’allattamento rientra nella norma tutto si risolve e non è assolutamente necessario interrompere l’allattamento al seno nel caso si manifesti.

In caso di ittero fisiologico, quindi, non è necessario alcun intervento farmacologico, basta aspettare qualche giorno, poiché il metabolismo poco alla volta smaltirà gli eccessi e la cute del bebè tornerà normale.

A cura di Manuela Boschetti

(Fonte immagini: pixabay.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *