fbpx

Ipermetropia nei bambini, da cosa dipende

Care mamme,

scoprire i difetti della vista dei bambini non sempre è facile, per questo oggi vogliamo approfondire l’argomento parlando dell’ipermetropia.

L’ipermetropia è uno dei quattro principali difetti visivi di cui può soffrire un bambino. Tale difetto determina una cattiva visione degli oggetti vicini, che non si mettono correttamente a fuoco. Talvolta l’ipermetropia nei bambini può essere causa scatenante di strabismo e ambliopia.

Ipermetropia, cosa significa?

L’ipermetropia consiste nell’incapacità di mettere a fuoco immagini od oggetti troppo vicini, facendo apparire l’oggetto stesso sfuocato.

Questo perché, a causa di un difetto della cornea o del bulbo oculare, l’immagine non viene riflessa sulla superficie della retina ma dietro di essa.

Da cosa dipende? 

Molti bambini nascono ipermetropi ma spessp il difetto si corregge automaticamente con la crescita, grazie alla crescita stessa del bulbo oculare.

L’ipermetropia può dipendere da svariati fattori

  1. limitato potere rifrangente della cornea e del cristallino
  2. limitata lunghezza del bulbo oculare
  3. diminuzione della potenza del cristallino

Spesso ha origine genetica.

La prima visita è consigliata intorno ai tre anni di età, e successivamente in età prescolare e scolare, per scoprire questo o altri difetti della vista.

Quali sono i campanelli d’allarme? 

Il bambino potrebbe dare segni del difetto manifestando:

  • affaticamento visivo, soprattutto durante la lettura e i compiti,
  • mal di testa,
  • vista annebbiata
  • difficoltà a mettere a fuoco gli oggetti vicini.

Per scoprire se ha bisogno di correzione, è utile prenotare una visita dall’oculista che indagherà circa le cause dei fastidi dopo aver bloccato la messa a fuoco attraverso delle particolari gocce: in questo modo, verificherà se il difetto è esistente e se è il caso di intervenire con lenti correttive.

Possono essere segnale di ipermetropia anche l’ambliopia, ovvero l’occhio pigro, causata da uno sforzo eccessivo dell’occhio con una marcata ipermetropia, e lo strabismo convergente, causato da uno sforzo eccessivo nella messa a fuoco che fa convergere eccessivamente gli occhi.

Si deve correggere?

A partire da 1,5/2 diottrie in sù, per evitare lo strabismo convergente, è necessario intervenire con delle lenti correttive, che aiutano la messa a fuoco da vicino, facendo riflettere l’immagine direttamente sulla retina.

L’ipermetropia si può correggere attraverso differenti interventi: lenti convesse, lenti a contatto o intervento chirurgico con laser, indicato per i soggetti adulti.

(fonte immagine pixabay.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *