fbpx

Guaine addominali pre e post-partum: ecco di cosa si tratta

Care mamme siete in gravidanza e il vostro pancione avanza? Vi chiedete se sia il caso o meno di utilizzare una guaina di supporto per sostenere la pancia che continua a lievitare? Oppure, avete appena partorito e non sapete se sia opportuno o meno indossare una guaina contenitiva per accompagnare il dimagrimento dell’addome? Beh, forse questo post potrebbe aiutarvi.

Le guaine addominali post-partum vengono utilizzate da secoli dalle donne appena dopo la nascita di un bambino. L’obiettivo di questo strumento dopo il parto è quello di aiutare una madre ad acquisire una maggiore stabilità, di renderla in grado di muoversi più facilmente e di migliorare la sua postura. Recentemente, però, molte mamme hanno iniziato a notare che questo strumento è  un ottimo modo per aiutarle anche a tornare al loro peso forma, allo stato pre – gravidanza.

I benefici delle guaine post-partum, ma anche delle guaine da gravidanza di supporto, possono essere davvero tanti. Questi elementi non rappresentano necessariamente una costrizione come potrebbe sembrare a molte. Di fatti, esse sono progettate per aiutare una donna a sentirsi meglio, mentre le si indossa. Esse servono a migliorare la postura, a sostenere l’addome e la vescica, ma anche a fare in modo che i vestiti si adattino meglio alla persona. Inoltre, sono fondamentali dopo un intervento cesareo e possono effettivamente aiutare a recuperare la mobilità della neo mamma in modo rapido. Esse possono anche contribuire a ridurre il mal di schiena.

Quindi, se la guaina da gravidanza può rappresentare un utile ausilio alla gravida e aiutarla sostenere il peso del bimbo e ad evitare cedimenti strutturali degli organi più importanti quali la vescica e l’utero, la guaina post parto aiuta la neo mamma a recuperare la propria forma fisica più in fretta, a patto che essa associ all’utilizzo della stessa il buon vecchio trio costituito dalla dieta, dall’esercizio fisico e dal tempo.

Per il periodo di recupero del post-partum, questi prodotti speciali sono disponibili con diversi gradi di supporto e innumerevoli stili. In generale, si tratta di capi di supporto che possono essere suddivisi in due categorie:

– cinture, che altro non sono che dei grossi cinturoni di diverse misure

– pancere con cintura di sostegno, che sono semplici ma forti, costituite da pannelli elasticizzati in genere indossati attorno alla sezione centrale.

Dopo un taglio cesareo, sarebbe particolarmente utile optare per l’utilizzo di una cintura del genere, in grado di offrire un certo grado di compressione e un’ adeguata protezione alla ferita. Per quelle donne che cercano semplicemente di migliorare la propria silhouette sotto i vestiti, o per coloro che hanno avuto un parto cesareo, tuttavia, forse e almeno per le prime due o tre settimane dal parto, sarebbe un po’ più facile indossare una cintura.

Ma alla fine, qualunque cosa si decida di fare e di usare, occorre ricordare che non ci sono regole precise su ciò che è o non è accettabile quando si tratta di tornare in forma, basta farlo in modo intelligente e sano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *