fbpx

Filastrocca della Befana per festeggiare l’Epifania

Care mamme,

in vista dell’Epifania, ecco qualche pensiero carino per condividere assieme ai nostri bimbi la storia di questa festività: una filastrocca da recitare ai vostri bambini per festeggiare l’arrivo della Befana, la simpatica vecchina che arriva a cavallo della sua scopa per portare dolci e carbone a tutti i bimbi.

La Befana

Sono una nonna simpatica e strana

grandi e piccini mi chiaman Befana.

Porto sempre gli stessi vestiti,

ormai logori, vecchi e scuciti!

Sopra la gonna mi metto il grembiule

che tiro fuori dal vecchio baule.

Per leggere libri e giornali

mi devo mettere gli occhiali,

abito in una casa di mattoni:

cucina, camera e due balconi.

Vivo in un bosco 

fresco e ombroso,

d’inverno lavoro

d’estate riposo.

Ricevo lettere, biglietti e cartoline,

da genitori, bambini e bambine.

Quando si avvicina l’Epifania

comincio a lavorare con energia

per le calze di tanti colori

preparo chicche di mille sapori.

In un lungo calzettone

metterò aglio, cipolla e carbone.

Sistemo la cesta sulle spalle

poi la testa mi copro con lo scialle,

in una notte serena e brillante, 

parto sulla mia scopa volante.

Sul tetto rosso mi poso pian piano,

alzo la cesta e la prendo in mano,

nel camino senza scintilla

mi calo giù serena e tranquilla.

Calze di lana, di cotone e di pizzo,

per i bambini di questo indirizzo.

In un calzino vecchio e marrone, 

lascio soltanto un po’ di carbone.

Con i saluti sul comodino,

trovo un bicchiere colmo di vino.

È giunta l’ora di ripartine

mentre la notte sta per finire, 

volo veloce come il vento,

ritorno a casa in un momento,

apro la porta 

e con sorpresa,

trovo una bella

calza appesa!

La calza è piena di pensieri carini,

scritti e firmati da tutti i bambini!

(filastrocca tratta dal libro “La Befana” collana I LIBRICCINI di Giunti Kids)

La leggenda dice che la Befana è un’anziana signora che tra la notte del 5 e il 6 Gennaio passa, in groppa alla sua scopa magica, per le case, calandosi dai caminetti e lasciando dei doni ai bimbi che si sono comportati bene durante tutto l’anno.

La vecchina è solita lasciare dolciumi ai bimbi bravi e carbone ai bimbi monelli.

(fonte immagine pixabay.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *