fbpx

Dissenteria …a cosa sarà dovuta?

Beve il latte e poi ha problemi intestinali, quale sarà la causa?
“Con il termine diarrea si intende un  aumento delle scariche quotidiane e della loro consistenza che si fa liquida o semiliquida per un eccessivo contenuto d’acqua. La diarrea acuta  dura qualche giorno tende a coinvolgere principalmente lo stato di idratazione dell’organismo, poi si risolve nella maggior parte dei casi spontaneamente. La diarrea cronica, invece si protrae nel tempo, per almeno due settimane o più  interessa principalmente lo stato di nutrizione rispetto a quello di idratazione del bambino.
Il bambino può smettere di crescere o crescere poco di  peso, fino a manifestare una situazione di magrezza evidente. Una causa abbastanza frequente di diarrea cronica  è l’intolleranza alle proteine del latte vaccino. Questa forma interessa i primi mesi di vita, comparendo all’introduzione del  artificiale anche se i sintomi non sono sempre immediati. Essi sono rappresentati da diarrea, a volte vomito, dolori addominali  e arresto dell’accrescimento ponderale. Scompaiono i problemi alla sospensione del latte vaccino e ricompaiono quando viene rintrodotto.
Un’altra forma è l’intolleranza al lattosio, uno zucchero presente nel latte. E’ piuttosto rara. Se è congenita, la sintomatologia esordisce subito con diarrea acquosa, già nei primi giorni di vita, ma  frequentemente  compare più avanti, verso i 6 anni di età, con diarrea e, spesso, con dolori addominali causati dall’indigestione del latte.
Un’altra causa di diarrea cronica  è la celiachia. La causa è determinata da un’alterazione della mucosa intestinale , provocata dall’introduzione  di una proteina, la gliadina o glutine, contenuta nel grano, ma anche  nella segale, avena e orzo. La terapia consiste nell’eliminazione, per tutta la vita, di questa sostanza dalla dieta.

Immagine tratta da abcsalute.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *