Contrazioni di Braxton Hicks: cosa sono e come riconoscerle

La gioia di diventare mamma è sempre un’emozione che, soprattutto quando si tratta di prima gravidanza, viaggia parallela alle ansie. Giunta al nono mese, spesso la futura mamma non conosce bene le dinamiche del parto, le istruzioni basilari per vivere con consapevolezza e senza paura questo evento naturale, e teme che anche il più piccolo dei dolori, come le contrazioni di Braxton Hicks, siano un presagio di parto imminente.

Ciò accade per una errata – ma spesso mancata – comunicazione fra paziente e ginecologo, vuoi perché la gestante teme di fare domande per paura di essere giudicata o per timore di una risposta “non facile da capire”, vuoi perché sono purtroppo gli specialisti stessi ad essere sibillini o poco disponibili, chiusi nella propria autorità medioevale.

Prendendo spunto da tutto ciò, parliamo oggi delle contrazioni di Braxton Hicks, che non sono le vere e proprie contrazioni, ma che rappresentano comunque un evento normale per tutte le donne in dolce attesa.

Le contrazioni di Braxton Hicks: cosa sono?

Diciamo subito che esistono due tipi di contrazioni, quelle di Braxton Hicks e le contrazioni vere e proprie. Questa diversificazione è doverosa, in quanto le prime rappresentano dei falsi dolori del travaglio, tant’è che spesso sono dette anche “contrazioni di prova”, ma a differenza di quelle reali, non allargano l’utero.

In pratica, a partire dal secondo trimestre di gravidanza, si possono avvertire questo tipo di contrazioni, anche se è nel terzo trimestre e in particolar modo al nono mese che si sentono con maggiore frequenza ed intensità. È da dire, però, che alcuni soggetti non ne risentono.

Le contrazioni di Braxton Hicks avvengono poiché l’utero comincia a restringersi a causa dell’ormone dell’ossitocina, ma può capitare che tale fenomeno si verifichi anche a causa della vescica troppo piena, dopo un rapporto sessuale oppure per via di una eccessiva disidratazione.

Come riconoscerle le contrazioni di Braxton Hicks ?

Questo tipo di contrazione si riconoscere per vari motivi, fra i quali:

  • non sono regolari: sono quindi sporadiche e durano meno di 30-40 secondi;
  • non hanno intensità progressiva: anche se dolorose, l’intensità rimane costante e non aumenta alla successiva;
  • spariscono se: si cammina, si cambia posizione o ci si sdraia.

Alcuni autori sostengono anche che mangiare qualcosa, fare un massaggio, fare un bagno caldo o rilassarsi con la respirazione siano utili per farle passare. Ad ogni modo, chiamate il vostro medico di fiducia per avere la certezza che non si tratti di contrazioni vere e proprie.

Quanto sono dolorose le contrazioni di Braxton Hicks ?

Non è facile definire quanto le contrazioni di Braxon Hicks siano dolorose, e questo perché la soglia del dolore è molto variabile da persona a persona. Inoltre, come già detto, non tutte le donne ne sono affette durante la gravidanza.

Per maggiori informazioni potete leggere:

https://it.wikipedia.org/wiki/Contrazioni_di_Braxton_Hicks

(fonte foto: cloudinary.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *