Come scegliere la culla per neonati

Quando arriva un bambino in famiglia, la vita viene sconvolta letteralmente. Già prima della nascita, comincia la frenesia per gli acquisti. Quali sono gli indispensabili? Senza dubbio la culla. Se sei qui, significa che ti stai destreggiando, non senza difficoltà, tra le numerose culle per neonati disponibili in commercio, chiedendoti quale sia la migliore. Perfetto! Nelle prossime righe di questo articolo, abbiamo raccolto alcuni consigli che speriamo possano aiutarti a orientarti meglio tra le tante alternative che i brand propongono.

Attenzione alla qualità dei materiali

Sono diversi gli aspetti da tenere in considerazione nel momento in cui si sceglie la culla perfetta per un neonato. Il principale riguarda senza dubbio l’attenzione alla qualità dei materiali. Entrando nel vivo di questo tema, è doveroso citare le vernici. Fondamentale è che siano prive di formaldeide, una sostanza estremamente tossica e pericolosa per la salute del piccolo. Per avere la certezza di acquistare una culla che risponde alle linee guida normative per quel che concerne i materiali, è opportuno controllare la presenza della sigla  EU 71-3.

L’importanza della biancheria

Usciamo un attimo dal focus sulle caratteristiche della culla vera e propria sottolineando che, per puntare al massimo della sicurezza, è necessario limitare al minimo il volume della biancheria. Essenziale è che sia realizzata con tessuti delicati – l’optimum è il cotone – e che sia priva di merletti, fiocchi e decorazioni. Fondamentale è porre attenzione anche al lenzuolino, che deve essere perfettamente rincalzato. In questo modo, si evita il rischio che il piccolo possa attorcigliarsi.

Assenza di parti appuntite

Nell’elenco dei criteri da prendere in considerazione quando si sceglie la culla per un neonato, spicca senza dubbio l’attenzione all’assenza di parti appuntite. Un aspetto degno di nota riguarda il fatto che, nell’eventualità della presenza di fori, questi devono essere sufficientemente piccoli. Nodale, infatti, è che il bambino non rischi di infilarci dentro le sue piccole dita.

Culla statica vs culla a dondolo

Nel momento in cui ci si concentra sulla scelta della culla per un bebè, tra le domande più frequenti rientrano gli interrogativi relativi alla differenza tra culla statica e culla a dondolo. Per essere precisi, è il caso di sottolineare che, oggi come oggi, in commercio si possono trovare modelli che si contraddistinguono per la presenza di entrambe le peculiarità. Questo è un grandissimo vantaggio: si risparmia e, in caso di sonno disturbato, si può mimare il medesimo movimento ondulatorio che la mamma concretizza quando tiene in braccio il suo bimbo.

Cosa sapere sulle sponde

Come dovrebbero essere le sponde della culla perfetta? Ricordiamo che, in linea generale, la maggior parte delle culle in commercio è contraddistinta da sponde fisse. Come orientarsi nelle situazioni in cui, invece, le sponde si possono abbassare? In questi frangenti, è necessario che le stesse siano facili da bloccare in maniera automatica sia quando si alzano, sia quando si abbassano.

Il materasso

Apriamo ora la parentesi relativa alle caratteristiche del materasso. Per avere la certezza di un livello di sicurezza adeguato, è il caso di focalizzarsi verso materassi realizzati in lattice. Vanno benissimo anche quelli in caucciù. Fondamentale, se possibile, è evitare quelli in gommapiuma.

Un aspetto sul quale è fondamentale focalizzarsi riguarda le dimensioni, che devono essere tassativamente corrispondenti a quelle della culla. L’obiettivo, infatti, è l’assenza di spazi vuoti dove il piccolo rischierebbe di incastrarsi.

Cuscino o non cuscino?

Nella culla è il caso di mettere il cuscino? La maggior parte dei pediatri lo sconsigliano ai bambini molto piccoli. Può capitare, però, che i genitori decidano comunque di metterlo. In questi frangenti, bisogna fare estrema attenzione alla qualità e orientarsi verso cuscini bassi e antisoffoco.

Come scegliere la culla per il co – spleeping

Da diversi anni a questa parte, si parla sempre di più dei benefici del co – spleeping. Alla luce di ciò, sono tantissimi i neo genitori che acquistano culle next to me, modelli 2 in 1 che possono essere addossati al letto dei genitori. In questi casi, nell’ambito dei criteri di scelta è il caso di includere la facilità di apertura, l’ergonomia del materasso e la solidità del telaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *