Bicicletta per bambini? Come scegliere la sua prima bicicletta

Vi ricordate la vostra prima bicicletta per bambini, la gioia avete provato quando l’avete vista, la sensazione di avventura quando siete stati capaci di pedalare da soli, ecco secondo noi ogni singolo bambino deve vivere queste sensazioni uniche e indimenticabili, quindi oggi si spiegheremo come scegliere la sua prima bicicletta, caratteristiche e sicurezza per farlo innamorare delle due ruote.

Bicicletta per bambini un mezzo di trasporto ecologico.

Ebbene sì, le due ruote, fortunatamente sono tornate, a essere uno dei mezzi di locomozione preferiti dagli Italiani, e non solo, in tutto il mondo ormai si vendono ormai più biciclette che auto, vuol dire che la scelta dell’utilizzo della bicicletta è una decisione saggia, fa risparmiare e non solo, fa bene alla salute poiché mantiene in allenamento il fisico.

Questo, in effetti, è un importante esempio anche per i nostri i figli, che fin da piccoli dovrebbero imparare l’uso di questo mezzo di trasporto ecologico ed economico, ecco perché diventa importante scegliere la sua prima bicicletta e insegnarli ad amare quest’attività fisica.

La prima bicicletta per il nostro bambino: quando è il momento giusto?

In realtà, non esiste il momento giusto per acquistare una bicicletta per i più piccoli, poiché è molto soggettivo, alcuni bambini sviluppano quelle facoltà motorie che in altri necessitano invece di più tempo per formarsi, ad esempio per iniziare un primo approccio con le due ruote, suggeriamo una bicicletta senza pedali per bimbi che compiono le loro prime esperienze tra i due e i tre anni, prima di salire su una vera e propria bicicletta a pedali versione bambino.

La bici senza pedali, PedalLess bike, chiamata anche Pre-bike, appunto pre-bici, Run-bike o Balance-bike cioè bici da equilibrio, è una splendida possibilità alla classica biciclettina per bambini con le rotelle.

Il vantaggio di queste biciclette per bambini, è che sono davvero intuitive e il bambino riesce a utilizzarle con gran soddisfazione in pochissimi minuti, anche perché inizialmente non devono fare altro che camminare, tenendosi saldamente al manubrio, poi però prenderanno confidenza con la bici e soprattutto con l’equilibrio necessario per sollevare entrambi i piedini.

Una volta presa la confidenza necessaria, ecco che inizia la sperimentazione e, il vero divertimento, inizieranno con l’avventura e le loro prime corse e i tratti in equilibrio sempre più lunghi, inizieranno così le piccole discese da affrontare, i gradini da superare, le prime frenate con entrambi i piedi e poi le sgommate come i grandi Biker.

Biciclette per bambini: caratteristiche e cosa tenere in considerazione per l’acquisto

Tenete in considerazione il prezzo e la qualità.

Di sicuro una bicicletta per bambino può essere un enorme investimento per il loro futuro, quindi fidatevi, è inutile puntare su un prezzo basso, per ritrovarsi in seguito con un veicolo che va buttato nella spazzatura o riciclato entro un paio di anni, poiché le biciclette più economiche sono proprio pensate strutturalmente per durare quel poco che basti per il passaggio di età dei più piccini.

Una bici che inizialmente potrebbe sembrare più costosa, in realtà, visto il materiale utilizzato, durerà di più e potrà essere utilizzata anche fino all’età pre-scolare o anche di più.

Prendete in Considerazione il peso della bici.

La maggior parte delle biciclette per adulti hanno un peso uguale al 20 per cento della loro massa totale, mentre le biciclette per bambini sono solite arrivare al 50 per cento, la metà del loro peso, e questo ha necessariamente a che fare con l’equilibrio.

Quando si compra una bicicletta per bambini, si deve necessariamente tenere in considerazione che i nostri piccoli biker, devono imparare a bilanciarsi, ad avere uno stabile equilibrio, per questo hanno la necessità di maneggiare un veicolo leggero con il quale può destreggiarsi e allenarsi.

Fondamentali per la scelta d’acquisto sono i freni della bicicletta.

Moltissimi modelli di bicicletta per bambini sono provvisti di freni sulla ruota posteriore che si mettono in funzione quando si pedala all’indietro o freni a mano che si attivano con una presa sulle manovelle situate sul manubrio.

Per testare se il freno è un ottimo freno, dovete provare ad abbassare la manopola degli stessi con il dito mignolo, se ovviamente riuscite in ciò vuol dire che la bicicletta è perfettamente adatta per essere guidata in tutta sicurezza dai vostri bambini poiché la loro forza è minore ovviamente di quella di un adulto.

In caso contrario, optate su un modello di bicicletta per bambini più leggero e facile da gestire.

Dopo ovviamente dovete scegliere la misura giusta.

  • Per i bambini di 2-3 anni con altezza da 80 a 100 cm si consiglia la misura 12”
  • Per i bambini di 4-5 anni con altezza da 95 a 115 cm si consiglia la misura 16”
  • Per i bambini da 6 a 8 anni con altezza da 115 a 130 cm si consiglia la misura 20”
  • Per i bambini da 8-11 anni con altezza da 130 a 145 cm si consiglia la misura 24”
  • Oltre i 145 cm di altezza si consiglia una bici da adulto 26”, taglia Small

Bicicletta per bambini un mezzo in tutta sicurezza

Per la sicurezza del bambino in bici controllare gli standard di qualità dell’Unione Europea.

Quando si acquista una bicicletta per bambini, è importante controllare che il mezzo sia conforme alle norme tecniche Uni, che ne garantiscono la conformità agli standard di qualità dell’Unione Europea.

Per fare ciò, basterà controllare che ci sia un codice impresso sul telaio in modo visibile e durevole, contenente un numero progressivo di telaio, il nome del fabbricante o del suo rappresentante, la sigla alfa-numerica EN, e il numero della norma, e per quanto riguarda le bici “da ragazzo”, quelle per i più piccoli, la sigla corrispondente è EN 14765.

Fondamentale per la sicurezza in bicicletta: Il casco

Una norma inderogabile e purtroppo a volte troppo trascurata, è quella di far usare ai bambini il casco di protezione tutte le volte che usano la bicicletta, ovviamente la stessa regola vale per gli adulti, anche perché potrebbe diventare un po’ difficile che un bambino indossi il casco se il padre e la madre non lo utilizzano.

Questa, infatti, e un’abitudine va mantenuta tutta la vita, poiché in caso d’incidente o caduta dalla bicicletta, la testa è sicuramente la parte più vulnerabile e il casco la protegge assorbendo parte dell’energia d’urto. I caschi di protezione, per essere definiti “sicuri” devono essere contrassegnati dall’indicazione EN 1078 e dalla sigla CE.

E per terminare, un piccolo consiglio: Non forzate il bambino a imparare a pedalare, perché le imposizioni portano solo a frustrazioni nostre e del nostro bambino, ogni uno avrà i propri tempi per imparare, e poi ricordatevi che andare in bicicletta dovrà essere una cosa piacevole, un’avventura sana da vivere insieme a tutta la famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *