Belly painting: quando il pancione diventa un’opera d’arte

Care mamme,

avete mai sentito parlare di “belly painting”? Io conoscevo il “belly casting”, ossia il calco in gesso del pancione, mentre la moda di dipingerlo l’ho scoperta solo recentemente.

Il “belly painting”, infatti, è l’ultima novità in fatto di body art e consiste nel decorare il pancione, generalmente di 7-8 mesi, con colori e disegni. Il pancione diventa così una tela da riempire con i temi più disparati, dai paesaggi agli animali, dai fiori ai cartoni animati. Questa nuovissima tendenza ha già conquistato Stati Uniti, America Latina e Cina, dove lo scorso maggio è stato addirittura organizzato un concorso per premiare il pancione più bello e festeggiare in maniera originale la futura maternità.

Il “belly painting” non ha comunque solo finalità estetiche anzi, il vero obiettivo è quello di stabilire un contatto con il bambino ancor prima della nascita e comunicare con lui. Per questo, generalmente, è il papà a realizzare il disegno per instaurare, attraverso la pittura, una speciale comunicazione con mamma e bambino: muovendo il pennello, infatti, il papà stimola il movimento del figlio dentro il pancione.

Per il “belly painting” è dunque sufficiente usare dei semplici pennelli, ma anche spugnette o le stesse dita, colori ad acqua, rigorosamente atossici e ipoallergenici, metterci un po’ di fantasia e il gioco è fatto! Poi basta una doccia e il pancione tornerà come nuovo, pronto per nuove decorazioni!

Che ne dite? Vi piace l’idea? Mandateci una foto se decidete di provare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *