Bambini con l’influenza: come comportarsi?

L’inverno porta con sé molte sorprese, tra quelle più sgradite ci sono sicuramente i bambini con l’influenza, costretti purtroppo a letto per giorni e giorni.

Il vaccino per l’influenza e la prevenzione

Non possiamo affermare che esista una vera e propria cura per l’influenza, esistono casomai delle cure che permettono di contrastarne i sintomi. Proprio per questo motivo sarebbe consigliabile puntare come prima cosa sulla prevenzione, ma come? Semplice, con il vaccino ovviamente. Il vaccino per l’influenza permette ai più piccoli infatti di diventare immuni.

Non tutti i pediatri e i genitori però concordano con la sua somministrazione ai bambini. L’unica altra prevenzione possibile è l’igiene personale, i bambini devono quindi imparare a lavarsi le mani più e più volte al giorno per evitare di contrarre il virus. Consigliamo inoltre di evitare i luoghi troppo affollati e chiusi, come i centri commerciali ad esempio, oppure i cinema dove il virus ha la possibilità di diffondersi in modo davvero molto veloce. Di altre utili misure preventive, ne parlavamo anche in questo post.

Prevenire spesso non è sufficiente. Andiamo insieme a scoprire allora come comportarsi e come aiutare i nostri bimbi a combattere tutti i sintomi e a sentirsi meglio.

Influenza e febbre

Se i vostri bambini hanno preso l’influenza, la prima cosa da fare è misurare la temperatura corporea. Attenzione genitori, non dovete pensare che basti qualche linea sopra il 37 per parlare di febbre. La febbre vera e propria infatti è solo ed esclusivamente quella che supera i 38 gradi. La febbre è un sintomo difensivo e proprio per questo motivo è bene rispettarla, sotto ai 38 gradi è meglio quindi non intervenire affatto. Sì, quindi, a tanto riposo e soprattutto ad un’eccellente idratazione. Se la febbre sale invece è possibile aiutare i bambini a combatterla con appositi medicinali a base di paracetamolo.

Come comportarsi con l’influenza

Febbre a parte, i bambini con influenza dovrebbero bere molto durante tutta la giornata e dovrebbero stare a riposo. Sono quindi da evitare tutte le attività che possono portare all’affaticamento, attività che potrebbero compromettere la ripresa dei bambini e che potrebbero tenerli a letto per ancora molti giorni. E l’alimentazione? L’alimentazione con l’influenza non deve differire molto da quella che i bambini seguono quotidianamente, una dieta che sia quanto più possibile leggera, evitando quindi i cibi fritti o troppo grassi, ricca ovviamente anche di frutta e di verdura. I bambini possono anche gustare il loro amato latte, persino quando sono presenti dei sintomi gastrointestinali.

Sono questi i consigli che ci sentiamo di darvi per aiutare a combattere l’influenza dei bambini, consigli semplici che vi permetteranno di rendere la permanenza dei vostri figli a letto davvero molto breve. Provare per credere!

(Foto: pixabay.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *