fbpx

Apgar, questo sconosciuto: la prima pagella del bebè

Care mamme e amiche in dolce attesa,

se questa non è la vostra prima gravidanza, con molta probabilità già dal titolo avrete capito perfettamente quale argomento tratteremo nelle prossime righe e potrete approfondire quei dubbi che magari avete sempre avuto. Se vi trovate alla vostra prima esperienza di maternità, vi sarà molto utile leggere di cosa si tratta per capire come funziona la “prima pagella” del vostro piccolo alla nascita.

Alla nascita, come ben saprete, tutti i neonati vengono sottoposti ad una serie di visite specialistiche e test per capire se è “tutto è ok”.

Tra i test a cui viene sottoposto il piccolo subito dopo che viene alla luce, ad un minuto di vita, (e se necessario dopo cinque minuti), vi è il test di Apgar che consente di valutare immediatamente le principali funzioni vitali del neonato assegnando un punteggio (indice Apgar) determinato dalle diverse reazioni del neonato. Questo test prende il nome dalla dottoressa che lo invento, appunto Virginia APGAR,  una neonatologa originaria degli USA.

Quali parametri valuta?

Il test di Apgar si esegue  valutando diversi parametri:

  • colore della pelle: se il corpo del neonato ha un colorito roseo, il punteggio è 2 (massimo) poichè significa che ha una buona ossigenazione; se il corpo è roseo e le estremità sono cianotiche, il punteggio è 1 mentre se tutta la superficie è cianotica, il punteggio è pari a 0.
  • riflessi: se il neonato reagisce agli stimoli, piange e si muove con vivacità, il punteggio è 2, se i movimenti sono flebili e deboli, il punteggio è 1 mentre se i movimenti sono assenti il punteggio è 0;
  • attività respiratoria: se il piccolo piange  e respira in modo regolare, il punteggio è 2; se il respiro è lieve il punteggio è 1 e se il respiro è assente il punteggio è pari a 0;
  • battito cardiaco: se la frequenza cardiaca supera i cento battiti al minuto il punteggio è 2; se la frequenza è inferiore a cento, il punteggio è 1 mentre se l’attività cardiaca è assente, il punteggio è 0;
  • tono muscolare: se il piccolo mantiene gli arti in tensione il punteggio è 2; se è presente solo lo sforzo per mantenere i muscoli in tensione il punteggio è 1, mentre se il tono muscolare è assente, punteggio pari a 0.

Un neonato in salute dalla somma del punteggio avrà tra i 7 e i 10 punti; mentre un neonato che presenta un Apgar tra 4 e 6 sarà monitorato e valutato dopo cinque minuti; e un neonato con punteggio uguale o inferiore a 4 necessita di immediata rianimazione.

(Fonte foto: wikipedia.org)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *