Allattamento al seno? fate attenzione ai latticini

Il bambino allattato al seno (o al biberon bambino) produce di norma del gas intestinale, indipendentemente da come viene alimentato. Il gas è semplicemente una parte di come il processo digestivo funziona, e tutti i bambini, al pari degli adulti, lo producono. I bambini sono semplicemente meno educati a contenere e a gestire il problema e tendono ad agire come se fosse un grosso problema.

Care mamme state tranquille se il vostro piccolo mostra un po’ coliche, non è qualcosa di cui essere preoccupati. E non vuol dire che, se lo state allattando, avete mangiato qualcosa che non avreste dovuto mangiare. Se il vostro bambino ha del gas in eccesso o è molto a disagio con il problema, però,  potreste rivedere la vostra dieta o il modo in cui lo stai allattando.

In linea generale è possibile mangiare di tutto e in ogni momento, senza stravolgere il pancino del bimbo. Ma se pensate che il vostro bambino soffra di coliche a causa di una sensibilità ad un determinato alimento, fate attenzione ad alcune norme che regolano l’allattamento. Per quanto possa sembrare strano, i broccoli, i cavoli, l’aglio, i cibi piccanti e le patatine fritte, non influenzeranno la qualità del vostro latte, perché il gas che potrebbero verificarsi in seguito all’ingestione di questi alimenti è una reazione locale del tratto gastrointestinale.

Il colpevole più probabile delle coliche del vostro bambino sono i latticini presenti nella vostra dieta – latte, formaggio, yogurt, budino, gelato, o qualsiasi altro alimento che abbia del latte, i prodotti lattiero-casearii, la caseina, il siero di latte, il caseinato di sodio, provocano gas. Altri alimenti come il grano, il mais, il pesce, le uova e le arachidi, possono anch’essi causare problemi di coliche durante l’allattamento del neonato.

In questi casi, però, non serve limitare fortemente la vostra dieta, soprattutto se avete il sospetto che il vostro bambino potrebbe avere una sensibilità ad un determinato alimento, al limite, potreste provare a eliminarlo per una settimana per vedere cosa succede. Se il vostro bambino migliora in seguito all’eliminazione di quel cibo dalla dieta, bene, altrimenti provate con un altro “imputato” per vedere come risponde.

Tuttavia, non è sempre un alimento il responsabile delle coliche del bambino, ma se disponete di una grande quantità di latte, è probabile che il vostro bambino possa essere affetto da ciò che viene chiamato “sovraccarico di lattosio”. Questo accade se il neonato ingerisce molto primo latte, che ha meno grassi  e che ha la caratteristica di rallentare il processo digestivo. Come risultato, l’enzima nel suo sistema che digerisce il lattosio non viene rilasciato abbastanza velocemente per svolgere il proprio lavoro e insorgono i problemi.

Per affrontare questo “disturbo”, in genere, basta attaccare il piccolo per due volte consecutive ad un seno prima di passare ad alimentarlo all’altro lato. Tuttavia, è importante parlarne con uno specialista affinché possiate assicurarvi che questo sia il vero problema e non si tratti di qualcos’altro. In caso contrario,  potreste involontariamente causare la iper produzione di latte o la sua diminuzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *