Acquaticità per neonati, un vero divertimento

Ogni piscina pubblica o privata propone ormai dei corsi di Baby acquaticità, ma questi corsi vanno davvero bene per bambini così piccoli?

In effetti parrebbe proprio di si! ormai esistono numerosissimi studi basati sull’osservazione dei neonati in piscina, e tutti concordano che i bimbi, anche piccolissimi, si rilassano e divertono in acqua.

A che età è bene cominciare un corso di baby acquaticità?

I corsi di baby acquaticità non sono dei veri e propri corsi di nuoto. I piccoli sono sempre accompagnati e seguiti da uno o da entrambi i genitori, per cui i bambini possono entrare in acqua a qualsiasi età. In linea generale diciamo che l’età migliore per i neonati per iniziare un corso di acquaticità è a partire dal secondo o dal terzo mese.

Come scegliere il corso giusto di baby  acquaticità

Assicurarsi che la piscina abbia per prima cosa un istruttore qualificato. Preferite locali non troppo grandi e chiassosi, meglio scegliere piscine di dimensioni più contenute. Molte piscine hanno dei locali appositi allestiti con fasciato, vaschette per il bagno e poltrone per l’allattamento.

Naturalmente da non sottovalutare la pulizia dei locali e delle vasche.

Perché iscriversi a un corso di baby acquaticità? 

Un corso  di acquaticità è un ottima scusa per passare del tempo rafforzando il rapporto con il proprio piccolo. In molte piscine è consigliata la presenza di entrambi i genitori, che si alternano in acqua con il piccolo.

Un corso di acquaticità permetterà al vostro piccolo e a voi di rilassarvi e di evadere dalle mura domestiche. Inoltre vi permetterà di conoscere e frequentare altre mamme e altre famiglie con bimbi della stessa età del vostro.

Se il piccolo non vuole stare in acqua

L’acqua è comunque un elemento che il piccolo conosce benissimo, gli ricorda l’utero materno, in cui ha vissuto per nove mesi. Sono davvero molto rari i casi in cui i neonati non voglio stare in acqua. Molto spesso dipende da uno stato ansioso della madre, che il piccolo percepisce. In questo caso è bene che ad accompagnare il piccolo sia il papà e solo successivamente la mamma.

Che cosa serve in piscina?

Solitamente è la struttura stessa che avete scelto che vi fornisce la lista del necessario. In generale vi verrà richiesto per il piccolo un costume/pannolino (si trovano in commercio nei negozi specializzati per l’infanzia), un asciugamano morbido e avvolgente, un costume e una cuffia per capelli per mamma e papà, ciabatte e accappatoio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *