Ventottesima settimana di gravidanza

Il bambino ha raggiunto 1-1.1 kg di peso ed è lungo 25 cm (fino al coccige) e 36 cm fino ai piedi. La sua superficie cerebrale, che fino a questo momento era liscia, inizia ad avere dei solchi (iniziando a somigliare a quella di un essere umano adulto), la pelle non è più così rossastra e appare più liscia e distesa: il suo corpo diventa infatti più morbido ed arrotondato per l’aumento dello strato di grasso sottocutaneo. Il suo cervello cresce velocemente e la trasmissione degli impulsi nervosi è garantita dalla mielina, una guaina che riveste i nervi. Gli impulsi nervosi sono ora più immediati, per consentire al bambino di apprendere nuove capacità. Si stanno sviluppando anche il sistema enzimatico e l’apparato endocrino. La lanugine è ancora presente (la peluria ricopre tutta la pelle, tranne i palmi delle mani, le piante dei piedi e il contorno labbra) ma sparirà a breve. I polmoni continuano a svilupparsi e tutti gli altri organi funzionano in modo normale.

All’interno del pancione, lo spazio a disposizione del bambino si fa più stretto, ma questo non gli impedisce di muoversi e sgambettare, spesso assestando dei calci contro le costole che potrebbero farvi davvero male. Dalla ventottesima settimana di gravidanza in poi, il bambino aumenterà velocemente di peso e, entro la quarantesima settimana di gravidanza, potrebbe prendere anche più di due chili.

In questa settimana il vostro ginecologo controllerà il battito fetale (magari con un’ecocardiografia fetale, per evidenziare anche eventuali cardiopatie congenite), potrà verificare se il bambino è già in posizione corretta, misurerà la vostra pressione e si accerterà dell’aumento di peso, oltre a prescrivervi gli esami di routine, in particolar modo la sideremia, perché la vostra anemia potrebbe peggiorare.

Un liquido giallastro, il colostro (alimento ricco di proteine e zuccheri e prima tipologia di latte che produrrete), potrebbe iniziare a fuoriuscire dal vostro seno.

Iscrivetevi e frequentate insieme al vostro partner un buon corso pre-parto e discutete di un’altra questione importante: se lui entrerà o meno con voi in sala parto. Preparate e tenete sempre pronta e a portata di mano la valigia per l’ospedale.

Torna all’indice ————Vai alla ventinovesima settimana

© 2015 - Vietata la riproduzione dei contenuti - MammaOggi.it è un marchio Fair Magazine CF/P.iva 05136530960 - Disclaimer - Pubblicità