Venticinquesima settimana di gravidanza

Il bambino è lungo circa 23 cm e pesa intorno ai 700 grammi. La sua crescita è più lenta e regolare, le ossa continuano ad indurirsi e il corpo si coprirà di ulteriore vernice caseosa. In questa settimana il feto acquisisce un’importantissima funzione in caso di nascita prematura, ossia il pianto, meccanismo biologico fondamentale per la sopravvivenza perché unico modo del neonato per comunicare i suoi bisogni e far sapere che c’è qualcosa che non va.

Il sistema respiratorio del bambino ora si sviluppa rapidamente. Le narici iniziano ad aprirsi e i vasi sanguigni si stanno sviluppando nei suoi polmoni. Anche se, ovviamente, non c’è ancora aria in essi, il bambino continua ad esercitarsi con la respirazione. La testa è ora ben proporzionata rispetto al resto del corpo, il cervello cresce rapidamente, e con esso anche le cellule che sviluppano il pensiero cosciente. Nel cervello del vostro bambino si stanno creando i primi collegamenti, in particolare quelli responsabili delle sensazioni, delle emozioni, della percezione e del pensiero. Ciò significa che il piccolo potrebbe effettivamente imparare e ricordare cose ancor prima della nascita.

In questo periodo, il bambino potrebbe iniziare a rannicchiarsi e a girarsi a testa in giù (posizione cefalica) anche se alcuni bambini non si girano fino alla fine del terzo trimestre. All’incirca il 3 -4% dei bambini rimane invece in posizione podalica.

Quanto a voi, a partire dalla venticinquesima settimana di gravidanza o poco prima potreste ricominciare a soffrire di repentini cambi d’umore, visto che gli ormoni della gravidanza incidono fortemente sul cervello. La figura così diversa che vedrete allo specchio a volte vi piacerà, a volte non la riconoscerete, a momenti sarete piene di entusiasmo e un secondo dopo piene di paure, spesso non ne potrete più del pancione perché vi sembrerà di essere incinte da sempre e non riuscirete a vedere la fine.

In questi casi, l’unica cosa che vi può aiutare è prendervi del tempo per voi: rilassatevi, parlate con dei buoni consiglieri capaci di ascoltarvi e di comprendervi, mettete in stand-by tutti gli impegni e dite di no a quelli troppo stressanti che potrebbero influenzare negativamente il vostro umore.

A livello fisico, invece, i vostri occhi potrebbero essere più sensibili alla luce, e magari potreste avvertire la sensazione di averli più secchi, come se ci fosse dentro della polvere: in questo caso, i colliri contenenti lacrime artificiali faranno al caso vostro.

Torna all’indice ————Vai alla ventiseiesima settimana

© 2015 - Vietata la riproduzione dei contenuti - MammaOggi.it è un marchio Fair Magazine CF/P.iva 05136530960 - Disclaimer - Pubblicità