About the author

Related Articles

28 Comments

  1. 1

    Morena

    Non vedo nulla di male, anzi, grazie a cliniche come queste, perche aiutano a famiglie meno fortunate di realizzare il loro desiderio!!!

    Reply
  2. 2

    Letizia

    L’anno scorso siamo diventati genitori grazie all’utero in affitto in Ucraina e non finiremo mai di ringraziare la nostra clinica e mamma surrogata che ci ha aiutato a realizzare il nostro sogno!

    Reply
  3. 3

    Marina

    Noi abbiamo avuto il bimbo grazie alla procedura di utero in affitto fatta all’estero in quanto e ancora vietato in Italia. Ora abbiamo il figlio di 15 mesi sano e bello!

    Reply
    1. 3.1

      mauro98

      La in Ucraina adesso rimangono quelle due donne che hanno, l’una, donato l’ovulo e l’altra portato in grembo il bambino per nove mesi: non è una strumentalizzazione del loro corpo e, forse, della loro anima?

      Reply
  4. 4

    Fede25

    Noi siamo interessati a trovare la clinica per la maternita’ surrogata, qualcuno ci puo aiutare?!

    Reply
  5. 5

    Marina

    Ciao fede25, Ti consiglio di consultare la clinica che si chiama BiotexCom e si trova in Ucraina, a Kiev. Noi ci siamo rivolti a loro nel 2012 ed oggi abbiamo un figlio!!

    Reply
  6. 6

    Fede25

    Ciao Marina, ti ringrazio per le info! Posso chiederti quanto e’ costatato tutto?

    Reply
  7. 7

    Marina

    Ciao noi abbiamo pagato quasi trenta mila euro alla clinica, piu qualche mila spesi per i viaggi, ecc. Capisco che puo sembrare una somma importante, ma negli stati uniti o altri paesi si va a spendere molto, ma molto di piu’….

    Reply
  8. 8

    Fede25

    Wow, pensavo fosse di piu, perche avevo letto che, per esempio, negli USA i prezzi sono ben oltre 100 mila!!! E quanto tempo ci vuole, diciamo, per tutto?

    Reply
  9. 9

    Marina

    Ciao Fede, no, i prezzi in ucraina sono molto piu bassi. Il prezzo include anche il vitto ed alloggio a Kiev per tutte le visite che bisogna fare durante tutto il percorso..

    Reply
  10. 10

    Fede25

    Quante volte ci si deve recare in clinica x fare tutto, cosa bisogna fare dopo in italia?

    Reply
  11. 11

    Marina

    Ciao fede. In totale credo che abbiamo fatto 5-6 viaggi, compreso il primo, diciamo, informativo. In italia non bisogna fare molto, la procedure e’ identica a quella che si fa per il bimbo nato in italia – ritirare il certificato di nascita dall’uff. anagrafe!

    Reply
    1. 11.1

      chicca

      non avete avuto problemi legali alrientro?
      alcune coppie sono state inquisite. come ci si deve comportare?

      Reply
  12. 12

    Fede25

    Io sono molto interessata, ma ho anche molta paura, perche si tratta di una cosa vietata qui in italia, e ho anche paura di andare in ucraina, sembra cosi lontano..

    Reply
  13. 13

    Marina

    Ciao fede. non devi assolutamente avere paura. In italia e’ vietato, vero, ma non lo fai in Italia, lo fai all’estero e non infrangi nessuna legge del Paese. E come i matrimoni che si fanno all’estero ;). Poi ucraina e’ un paese molto meglio sviluppato di quello che puoi pensare e Kiev e’ una citta’ stupenda e bellissima!

    Reply
    1. 13.1

      Fede25

      Ciao Marina e grazie x la risposta! Spero tanto che mi aiutano ad avere il bambino, perche ho quasi perso tutte le speranze..

      Reply
  14. 14

    Sara

    Ragazze anche io sono stata in un centro ucraino (biotexcom) ma per l’ovodonazione. Mi sono trovata benissimo e lo consiglio a chiunque voglia avere un figlio. Bell’esperienza

    Reply
    1. 14.1

      cris

      Ciao sara, anch’io sono interessata a questo centro, proprio per fare l’ovodonazione. Posso chiederti quando sei stata e quanto hai speso? Grazie mille!

      Reply
    2. 14.2

      assunta

      anch’io penso di andarlì.. mi hanno dato la garanzia di rimborso di soldi in caso di fallimento però credo che tutto vada bene (visto le loro statistiche!

      Reply
  15. 15

    Daniela 69

    A causa di un problema fisico, i dottori mi hanno detto che non potevo sostenere una gravidanza e cosi abbiamo deciso di cercare un centro che ci aiutasse con la maternità surrogata. Qualche anno fa siamo partiti per l’India, dove avevamo trovato una clinica che aveva dei prezzi veramente vantaggiosi, ed abbiamo iniziato la procedura per la surrogazione. Purtroppo abbiamo avuto una serie di problemi burocratici, poiché questa clinica non ha curato come doveva gli aspetti legali, e cosi siamo stati per circa 3 anni occupati in battaglie legali ed esaurimenti nervosi costanti. Fortunatamente la questione si è risolta, ma consiglio a chiunque di rivolgersi a qualche clinica europea, come quelle in Ucraina, che possono darvi maggiori garanzie e tutela.

    Reply
    1. 15.1

      mandam

      Ciao Daniela, anche noi siamo interessati alla surrogazione ed abbiamo letto molti negativi sull’India, quindi tu consigli di rivolgersi in ucraina?

      Reply
      1. 15.1.1

        erica

        Ho avuto una figlia grazie alla maternità surrogata, mi sono rivolta ad un ottimo centro in Kiev ed è stata la scelta migliore che abbia mai fatto. Mi sento una mamma come tutte le altre, non faccio mancare niente a mia figlia e l’ho amata da subito.

        Reply
  16. 16

    mauro98

    Direi che siamo davvero alla frutta. I bambini ormai sono solo accessori. Quello che conta è che quando uno non vuole averne è libero di non averne (aborto) mentre quando vuole averne (magari dopo aver ricorso più volte all’aborto) può liberamente decidere di “creare” un nuovo individuo. Trovo davvero vergognoso che ci siano paesi del terzo mondo pieni di bambini abbandonati o orfani che non vengono adottati per vari motivi (tra cui una burocrazia indecente) eppoi si permetta alla gente di ricorrere alla fecondazione eterologa. Altro che civiltà….

    Reply
    1. 16.1

      assunta

      e perché questo non dovrebbe valere anche per i genitori fertili? se volessero veramente bene ai bambini,li adotterebbero senza concezioni ecc ecc .
      io ci vedo una bella discriminazione.
      inoltre tenga conto che non è facile accedere all’adozione, che magari non tutti la vogliono, che in determinate situazioni è uno squallido business, che l’abbandono va prevenuto e che, infine, queste coppie sono parzialmente infeconde e vogliono un proprio bambino con i limiti che la tecnica attualmente concede.

      Reply
    2. 16.2

      assunta

      L’adozione presenta anch’essa un iter lungo, difficile, tortuoso, e prima della stessa e spesso anche dopo, perché i bambini, che spesso non sono neonati, ma che hanno quattro, cinque, sei anni, avendo vissuto nella realtà degli istituti, magari all’estero, hanno, sovente, tutta una serie di problemi, fisici e psicologici, che richiedono inteventi mirati e continui. Ai genitori adottanti si richiede moltissimo tempo, moltissimo impegno, moltissima cura, moltissima pazienza, è un cammino spesso difficile, ma indubbiamente denso di soddisfazioni.

      Reply
  17. 17

    anna

    grazie Mauro 98 per la tua lezione di moralità spiccio.
    Ritengo che tu sei un tipico uomo piccolo italiano, grazie per essere su questa terra

    Reply
    1. 17.1

      mauro98

      e’ una risposta sarcastica questa? Cos’e precisamente che non ti piace esattamente nella mia piccola persona? Magari perche chiamo le cose con il loro nome? O esprimo liberamente il mio punto di vista?

      Reply
  18. 18

    gloria

    Ho 43 anni ed ho fatto tutta la strada dall’essere disperata e incapace di rimanere incinta fino ad avere il mio bambino, che mi guarda sorridente mentre sto scrivendo questo messaggio.
    Ringrazio Dio per aver trovato la clinica di medicina riproduttiva Biotexcom! La mia vita è cambiata drasticamente e tutto a causa di cure mediche professionali e trattamento ricevuto a Kiev. Anche la mia sorella ha incontrato problemi di questo tipo, ma ora sono sicura che andrà bene anche a lei. Io comprerò il biglietto per andare a Kiev che finirà per diventare il biglietto per diventare una mamma felice!!!

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015 - Vietata la riproduzione dei contenuti - MammaOggi.it è un marchio Fair Magazine CF/P.iva 05136530960 - Disclaimer - Pubblicità