Trentacinquesima settimana di gravidanza

Il bambino è lungo circa 45 cm e pesa intorno ai 2.5 kg, acquistando una media di 30g al giorno. In vista della nascita, aumenta la produzione di cortisolo nella ghiandola surrenale del feto, un ormone che induce la maturazione di molti tessuti fetali e specialmente dei polmoni.

Il tratto digerente del piccolo è ancora immaturo, per questo, in caso di parto prematuro, i bambini nati nella trentacinquesima settimana di gravidanza tendono ad avere un calo fisiologico di peso maggiore rispetto ai bambini nati a termine. Ad ogni modo, il 99% dei nati alla trentacinquesima settimana può sopravvivere al di fuori dell’utero senza particolari problemi.

In queste ultime settimane, il bambino ha dei ritmi precisi di sonno-veglia, dovuti al fatto che il suo sistema neurologico ora è ben sviluppato e tutte le parti del suo corpo hanno acquistato le giuste e definitive proporzioni.

Quanto a voi, in queste settimane potreste avvertire le prime contrazioni tutt’altro che indolori (anche se non ancora paragonabili a quelle del travaglio), segno che il collo dell’utero si sta preparando al passaggio del bambino. Cercate di sfruttarle per esercitarvi con le tecniche di rilassamento e di respirazione che avete imparato al corso preparto. Inoltre, sentirete probabilmente anche una strana sensazione alla vagina, come un intorpidimento o delle lievi scosse elettriche: sono normali e sono dovute alla pressione che la testa del bambino esercita sui nervi delle gambe e del pavimento pelvico.

Dovrebbe già essere pronta da un pezzo, ma se ancora non lo fosse, preparate la valigia per l’ospedale con l’occorrente per voi e per il vostro bambino. Gli ospedali hanno sempre pronta una lista delle cose da portare, richiedetela e preparate le vostre cose in base a queste indicazioni.

Torna all’indice ————Vai alla trentaseiesima settimana

© 2015 - Vietata la riproduzione dei contenuti - MammaOggi.it è un marchio Fair Magazine CF/P.iva 05136530960 - Disclaimer - Pubblicità