Tredicesima settimana di gravidanza

Alla tredicesima settimana di gravidanza il vostro bambino è ora lungo ben 8 cm e pesa tra i 14 e i 20 grammi. Il suo corpo è completamente sviluppato e il feto ha acquistato in tutto e per tutto le sembianze di un neonato in miniatura. Solo la testa è ancora un po’ troppo grande rispetto al corpo ma si armonizzerà presto col resto, tra ancora qualche settimana di gestazione.

L’intestino del piccolo sta iniziando a migrare dal cordone ombelicale fino a dentro la pancia, mentre il pancreas inizia a produrre insulina. Lo scheletro si sta irrobustendo e non è più così flessibile come prima, gli arti si allungano. Sul suo viso stanno spuntando ciglia e sopracciglia.

La placenta continua a perfezionare il suo funzionamento, fornendo al bambino ossigeno, vitamine, minerali, grassi e proteine, facendole passare dal flusso sanguigno della madre a quello del bambino. Rimuove l’anidride carbonica e i materiali di scarto, filtrandoli attraverso i suoi tessuti. Il piccolo inizierà inoltre a rilasciare dall’intestino i suoi primi liquidi di scarto. Il bambino ha inoltre sviluppato diversi riflessi, inizierà infatti a muoversi se il vostro addome verrà stimolato.

Dalla tredicesima settimana in poi inizierete seriamente a metter su chili. Per tenere sotto controllo l’ago della bilancia, al seguire sempre una dieta sana e equilibrata (che dovrebbe avervi accompagnato fin dalle prime settimane di gravidanza), dovreste associare anche un po’ di movimento giornaliero (come camminate, yoga, nuoto, ballo), che vi aiuterà non solo a controllare il peso, ma vi sarà utile anche in seguito, per rendere più breve il travaglio e velocizzare la ripresa dopo il parto. Particolare attenzione deve essere prestata anche agli esercizi per tonificare i muscoli del pavimento pelvico che, durante la gravidanza tendono a indebolirsi. I muscoli del pavimento pelvico hanno una funzione molto importante durante il travaglio, perché la loro tonicità è fondamentale affinché la testa del bambino possa trovarsi nella posizione giusta durante il parto, riducendo quindi la durata del travaglio. Gli esercizi sono semplicissimi e potete farli ovunque: la prossima volta che andate in bagno, cercate di interrompere il flusso di urina, i muscoli che attivate sono quelli del pavimento pelvico e quello appena descritto è l’esercizio che dovete fare, ripetendolo una decina di volte, più volte al giorno.

I disturbi più frequenti in questo periodo sono la ritenzione idrica (mani e piedi gonfi, quindi dite addio ai tacchi e cercate di non stare sedute per più di due ore di seguito), e alcuni fastidi legati alla crescita dell’utero che, premendo sempre più sulla vescica, vi farà andare sempre più spesso in bagno e vi provocherà dolori all’addome, in seguito all’allungamento dei legamenti e di alcuni fasci muscolari che lo circondano. E’ ora di iniziare ad usare una crema per le smagliature.

Torna all’indice ————Vai alla quattordicesima settimana

© 2015 - Vietata la riproduzione dei contenuti - MammaOggi.it è un marchio Fair Magazine CF/P.iva 05136530960 - Disclaimer - Pubblicità