Terza settimana di gravidanza

E’ nella terza settimana di gravidanza che avviene il concepimento, un processo lungo e molto articolato. Lo zigote, ossia l’ovulo fecondato, inizia infatti il suo viaggio verso l’utero, che raggiunge ben 3 giorni dopo aver lasciato l’ovaia, profondamente trasformato: esso si suddivide in unità più piccole a formare una sorta di grappolo di cellule, somigliante ad una mora, ed è per questo motivo che viene chiamato “morula”.

E’ la morula ad entrare nell’utero, ma non prima di aver subito un’altra modifica, ossia al suo interno si forma una cavità e la morula diventa una blastocisti, costituita da tre parti:

  • una massa cellulare interna che andrà a formare l’embrione
  • la cavità piena di liquido
  • cellule esterne (trofoblasto) che daranno origine alla placenta, ossia il tessuto che garantirà al feto nutrimento e ossigeno

Quando la blastocisti riesce ad annidarsi nell’endometrio, il concepimento può dirsi completo: dall’utero arriva infatti all’ovaio il segnale che l’uovo è stato fecondato, è arrivato a destinazione e quindi bisogna bloccare la mestruazione. L’impianto è un processo piuttosto lungo che terminerà verso il quattordicesimo giorno dopo la fecondazione (ossia circa il ventottesimo giorno del ciclo mestruale)

La vostra gravidanza è ufficialmente iniziata e, pensate, succede tutto prima che possiate accorgervi del ritardo della mestruazione!

Torna all’indice ————Vai alla quarta settimana

© 2015 - Vietata la riproduzione dei contenuti - MammaOggi.it è un marchio Fair Magazine CF/P.iva 05136530960 - Disclaimer - Pubblicità