About the author

Related Articles

2 Comments

  1. 1

    valentina, ostetrica

    Ogni ospedale ha un protocollo per la gestione della positivitò del tampone, ed è più che risaputo che tutte le donne possono essere positive allo streptococco beta emolitico anche fuori gravidanza, non da fastidi alla donna e non ci sono terapie specifiche per debellarlo. Tantomeno in gravidanza, non è assolutamente efficace il trattamento preventivo. Si deve fare il trattamento appena si rompono le acque per protezione del neonato, non per curare la positività, perchè in rarissimi casi lo streptococco beta emolitico può infettare (durante il passaggio del feto nel canale del parto), il bambino e dare successivamente meningite (ripeto casi rarissimi, non ho sottomano gli studi,, scusate), per cui la terapia che ti ha dato la ginecologa era assolutamente inutile!
    Non credo che ti abbiano lasciato ore e ore attaccata al monitoraggio senza permetterti di muoverti (che ospedale troglodita è???), avrai fatto più controlli durante le prime ore di degenza, ma è una prassi per verificare la salute del feto. Sta di fatto che con una flebo nel braccio e edue sensori sulla pancia ci si può muovere!!! se una donna non ne è sicura può chiedere alle figure professionali che la stanno seguendo, non costa nulla!
    Poi volevo sottolineare come non credo sia corretto raccontare la propria esperienza, è risaput che spaventa le donne in gravidanza, ognuna invece deve poter arrivare al proprio parto serena e convinta delle sue capacità e non dell'incapacità dei professionisti o della malasanità, o delle sfighe delle altre amiche. Rammento ccomunque che la maggior parte della mortalità mondiale (anche nei paesi ricchi, non solo nel terzo mondo) è dovuta al parto, per cui sfatiamo il mito del bell'evento e arriviamo consapevoli che per il nostro benessere (e per la nostra vita) e per quello del nostro bambino i medici e le sotetriche possono fare delle scelte importanti e non condivise dalla mamma, ma per lo meno salvano la vita!

    Reply
    1. 1.1

      mammatea

      Gentile Valentina,
      ottime le tue considerazioni professionali.
      Considera una cosa però: questo non è un sito dove laureati in ostetricia e ginecologia si scambiano pareri tecnici, è un portale dove scrivono mamme per le mamme, dove si chiacchiera come amiche davanti a un tè. Di cosa dovremmo mai parlare se non delle nostre esperienze?.

      Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015 - Vietata la riproduzione dei contenuti - MammaOggi.it è un marchio Fair Magazine CF/P.iva 05136530960 - Disclaimer - Pubblicità