About the author

Related Articles

4 Comments

  1. 1

    Fiorella

    Salve, sono alla mia seconda gravidanza. Quando ho partorito 6 anni fa, il dolore era così intenso che ero fuori di me, non capivo più niente, altro che respirare!!! Forse perchè ho avuto il parto indotto? Sono passata dallo stato di coscienza ad una condizione di dolori atroci, con pochissime, quasi nulla di pause!!! Pensavo di morire, ho avuto svenimenti, mi hanno dovuto fare l'ossigeno e la manovra di kristeller. Stavolta vorrei partecipare più attivamente e spero di avere delle doglie naturali e non indotte. Vorrei imparare la respirazione non tanto per rilassarmi (c'è poco da rilassarsi in quei momenti, siamo sinceri), quanto per accompagnare il dolore e sfogarlo. Infatti quello che ricordo era che avevo bisogno di aggrapparmi e tirare qualcosa, spingere coi piedi, e sfogare il dolore soffiando. Invece ho massacrato di botte la schiena di mio marito e ho spaccato la sbarra del letto dell'ospedale…:-D
    Fiorella

    Reply
    1. 1.1

      Elena Arcilesi

      Esagerata… Povero marito!!!!
      Anch'io della prima figlia non mi sono accorta che stavo partorendo. Mi hanno detto semplicemente :''Presto si cambi, una camicia da notte larga e comoda lei e' in dilatazione di sei cemtimetri''..
      Io ero scioccata, non avevo dolori ma un forte mal di schiena..
      Tutto d' uno tratto sono arrivati i miei dolori, e non facevo altro che respirare, mantenermi calma e sopportare il dolore.. Io e la mia mamma di notte dopo ogni contrazione dormivamo tranquille.
      Quando arrivavano le contrazioni mi svegliavo. Sembra strano, ma per me quei dieci (e dopo piu' intense)cinque minuti di sonno erano tanto..
      Avevo l' impressioneche avessi dormito qualche ora, mentre invece la mia mamma che controllava la distanza delle doglie mi diceva che erano trascorsi solo dieci o cinque minuti.
      Quando mi hanno detto di andare in sala parto io ero tranquilla..
      Respiravo, sopportavo e quando mi dicevano di spingere spingevo!!
      Non credevo che con un 'ottima respirazione potessi sopportare tutto, al primo parto e con una bambina di 4.620 Kg.
      In tre doglie e soltanto tre spinte poco dolorose io ho avuto mia figlia Claudia..
      Il mio e' stato un parto meraviglioso graZie alla respiraZione ed al controllo dei miei nervi..
      Sono incinta del secondo dopo dieci anni, e non vedo l' ora di partorire!! Contentissima perche' lo desideravamo da molto prima..
      Il dolore c'e' ,se dominato e controllato, non puo' essere che una semplice passeggiata!!
      Consiglio molto utile che do a tutte e' di fare tanta palestra e ginnastica dolce in gravidanZa.. Leggera..
      Io sono anni che faccio sport e non mi sono mai fermata, perfino in gravidanZa proseguivo agli allenamenti..
      Non fate mai una vita sedentaria e non mangiate troppo..
      Sport, tanto movimento e concentraZione.. …!!
      Il fatto di essere una sportiva sia prima e durante la gravidanZa, mi ha aiutato molto..
      Oltre al grande autocontrollo e la miracolosa respiraZione..
      Un saluto da Elena..

      Reply
  2. 2

    erika

    Io sono solo al 5° mese, la mia vita è passata dal lavoro alla sedentarietà per un piccolo intoppo che ci ha fatti preoccupare. Ho sempre fatto palestra ma di sicuro non posso andarci adesso.
    Alla fine credo che tutto sia soggettivo sia la possibilità di fare sport seppur dolce, sia la capacità di controllare il dolore.
    Ti auguro che il secondo parto sia rapido e indolore come il primo, ho amiche che hanno partorito dopo 18 o 23 ore di travaglio e credo che non sarebbero proprio d'accordo con la tua definizione di ''passeggiata''…
    Auguri a tutte
    Erika

    Reply
  3. 3

    giada

    io sono all' ottavo mese con una gran fifa del parto anche se spero sia naturale non ho voluto seguire corsi per non impressionarmi di più ma qualcuno sa spiegarmi come va fatta questa respirazione in parole povere grazieeeeeeeeeee e in bocca al lupo a tutteee

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015 - Vietata la riproduzione dei contenuti - MammaOggi.it è un marchio Fair Magazine CF/P.iva 05136530960 - Disclaimer - Pubblicità