Dodicesima settimana di gravidanza

Alla dodicesima settimana il feto è lungo circa 5 cm e pesa intorno ai 10-12 grammi. E’ completamente formato e nelle prossime settimane continuerà costantemente a crescere, aumentando notevolmente in dimensioni e peso. Le ossa, infatti continuano a crescere sebbene siano costituite ancora da cartilagine. Ora i polmoni sono completi, i muscoli dell’apparato digerente funzionano, anche il palato è formato, la cistifellea secerne la bile, i genitali esterni sono ben definiti e il cervello ha l’organizzazione basilare che avrà anche da adulto. La vostra placenta ora funziona in maniera efficace come sistema di supporto e centro per la produzione di ormoni. Essa fornirà al feto l’ossigeno e il nutrimento tramite il flusso di sangue che passa attraverso il cordone ombelicale.

Man mano che il bambino cresce, l’utero diventerà troppo grande per rimanere nella cavità pelvica e salirà fin sopra il bacino: il “rigonfiamento” della pancia inizierà a farsi sempre più evidente. Sulla vostra pelle potranno inoltre formarsi delle piccole macchie scure o angiomi, di colore rossastro, o la cosiddetta “linea nigra”, una vera e propria striscia più scura che va dall’osso pubico all’ombelico. La causa è la ricercarsi nell’aumento dei livelli di estrogeno ma non c’è da preoccuparsi perché scompariranno in breve tempo.

In quest’epoca gestazionale è probabile che continuiate a soffrire di mal di testa (acuito da ormoni, aumento di volume del sangue, disidratazione e altri fattori come l’affaticamento della vista, la stanchezza e la mancanza di sonno) per combattere il quale è bene ridurre, se non l’avete ancora fatto, i livelli di caffeina, bere tanta acqua o tisane, consumando pasti piccoli e frequenti e cercare di riposarvi il più possibile. Vi ricordiamo inoltre che il paracetamolo può essere assunto tranquillamente in gravidanza e che quindi, nei casi più dolorosi, potrete ricorrere anche a questo farmaco.

Un altro disturbo di cui potreste soffrire è il bruciore di stomaco, dovuto all’aumento dei livelli di progesterone, che rilassa la valvola che si trova tra stomaco ed esofago, consentendo agli acidi dello stomaco di risalire verso l’esofago, irritandolo. Per convivere con questo fastidio che, probabilmente, vi accompagnerà fino alla fine della gravidanza, cercate di seguire questi piccoli consigli: mangiate lentamente (e poco), bevete prima o dopo i pasti, mai durante, evitante cibi piccanti e bibite gassate, non mangiate subito prima di coricarvi e non dormite completamente sdraiate ma semisedute con dei cuscini che vi sorreggano dietro la schiena.

Con la dodicesima settimana, termina il primo trimestre di gravidanza e, se siete riuscite a trattenere l’entusiasmo e non l’avete ancora detto a tutti, questo è il momento buono per dare l’annuncio ufficiale della vostra gravidanza! Molti futuri genitori, infatti, aspettano questo periodo per dare la bella notizia, quando il pericolo di aborto si riduce sensibilmente.

Torna all’indice ————Vai alla tredicesima settimana

© 2015 - Vietata la riproduzione dei contenuti - MammaOggi.it è un marchio Fair Magazine CF/P.iva 05136530960 - Disclaimer - Pubblicità