About the author

Related Articles

2 Comments

  1. 1

    gold account

    L’insufficienza venosa si manifesta e si aggrava con comparsa di varici o vene varicose, dilatazioni tortuose irreversibili di vene superficiali. La più grave e pericolosa complicazione dell’insufficienza venosa è rappresentata dalla trombosi di vene profonde, con formazione di trombi o coaguli all’interno delle vene che possono dare origine ad emboli di piccole o grandi dimensioni, talvolta pericolosi per la vita. Il rischio di trombosi venosa profonda aumenta notevolmente in caso di interventi chirurgici, traumi, neoplasie, gravidanza, assunzione di conttraccettivi orali, terapia ormonale sostitutiva e nei soggetti anziani.

    Reply
    1. 1.1

      Fiorella Albonico

      Buongiorno, Gold Account, come scrive giustamente lei la più temibile complicanza dell’insufficienza venosa è la trombosi venosa profonda che può portare ad embolia polmonare e quindi anche alla morte. questo evento drammatico però deve essere preceduto da gravi sintomi di insufficienza venosa o da altre patologie concomitanti (neoplasie, alterazioni genetiche della coagulazione etc..).
      nei soggetti a rischio di embolia polmonare viene eseguita per prassi una profilassi con eparina, come per esempio in alcuni tipi di interventi chirurgici. La gravidanza comunemente non viene considerata un fattore di rischio per embolia polmonare se la paziente è in buone condizioni generali!

      Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015 - Vietata la riproduzione dei contenuti - MammaOggi.it è un marchio Fair Magazine CF/P.iva 05136530960 - Disclaimer - Pubblicità