About the author

Related Articles

10 Comments

  1. 1

    marian

    E’ ignobile,immorale e non progressivo pensare che un bambino autistico posso raggiungere il livello di un bambino normale.
    Non e’ vero che i bambini di diverse abilita’ mentali e fisiche devono stare inseme poiché praticando lo zoppo si impara a zoppicare ed e’ proprio per questo che in Italia abbiamo tanti zoppi.
    In altri paesi europei,tipo la germania ,i bambini vengono classificati in base alle loro facoltà’ sia didattiche che fisiche e vengono divisi autmaticamente in strutture diverse e adatte a loro.
    Noi invece siamo un popolo che in a maggioranza non volendo sembrare drastici ci affidiamo al buonsenso,che in questo caso e’ ignoranza,e quindi diciamo che tutti dobbiamo stare uniti,bimbi normali e autistici o handicappati, ma a mio avviso questa e’ pura follia e se oggi non sappiamo governare nemmeno il nostro paese lo dobbiamo proprio a questo modo di pensare poiché’ se i politici che abbiamo in campo oggi fossero capaci non raggionerebbero come il sindaco e altri esponenti che ho letto nell,’articolo che sicuramente in classe loro ai tempi loro vi erano piu’ di un bambino autistico.
    Con questo non voglio assulatamente offendere persone di diversa abilita’ come la potrebbe pensare qualche buon samaritano che legge il mio post,ma li voglio semplicemente aiutare a stare meglio e ad essere trattati per le loro esigenze che sono diverse da un bimbo normale.

    Reply
  2. 2

    Elena Babetto

    Una notizia che fa rabbrividire. E’ stata brava la direttrice a tener ferma la sua posizione. Ho purtroppo visto le interviste alle mamme di questi bambini e sono rimasta incredula difronte a tanta arroganza, aggressività e ingnoranza perchè a parer mio, buona parte di questa situazione viene dall’ignoranza. Riflettendo su questo episodio mi sono chiesta: che bambini possono crescere madri così? che educazione e valori possono trasmettere? Considerare un bambino diverso e quindi peggiore (anzichè accoglierlo con curiosità, ricchezza ed affetto) cosa comporta in un preadolescente? Sincermante mi sono vergognata per loro ma allo stesso mi sono preoccupata del percorso evolutivo che possono trasmettere a questi bambini.

    Reply
  3. 3

    Ilenia

    Carissima Marian,
    Quello che hai scritto dimostra che tu di autismo ne capisci ben poco. Ricordati che le menti più brillanti erano autistiche. Solo perché in Germania non esiste la maestra di sostegno non significa che sia una cosa giusta. Anche la frase “andando con gli zoppi…” e molto offensiva secondo me. L’autismo e altri handicap non sono contagiosi sai? Io sono convintissima anche anche i bambini senza handicap abbiamo i loro vantaggi nel frequentare la scuola insieme ai bambini diversamente abili… Quali? L’apertura di mente, quella che a te a quanto pare manca.

    Reply
  4. 4

    Loredana

    Lavoro da 15anni in Germania con persone affette da autismo e sindrome di down !!
    Io sono per l ‘integrazione , e anche in Germania stanno cercando di adottare questo sistema.
    Nn conoscevo questa storia e leggerla mi ha fatto ancora di più capire l’ignoranza che c’è in Italia riguardo I bimbi autistici e disabili in generale !! I bimbi autistici sono dotati di un’intelligenza molte volte superiore ai cosiddetti bimbi normali, se sono ben seguiti imparano anche molto velocemente.
    Il vero problema che hanno è che vivono in un mondo tutto loro, e per questo vanno seguiti !
    È meglio che nn esprima un giudizio sulle suore di quell’istituto, potrei diventare molto volgare !!
    Mi fanno incazzare tremendamente ste cose, mi sale una rabbia !!!
    Se solo sapessero l amore che sanno dare …

    Reply
  5. 5

    marian

    carissima ilenia,
    io di autismo ne capisco e approfondendo il discorso con uno psicologo tedesco,che e’ anche insegnante di bambini autistici,mi ha detto che i bambini autistici hanno un carattere e reazioni imprevedibili che rendono tale bambino inadeguato a vivere in un contesto normale.
    io non offendo gli autistici ma dico semplicemente che sono diversi e hanno bisogno di altre metodiche per l’apprendimento.
    queste metodiche rallenterebbero il ritmo normale di insegnamento e quindi hanno bisogno di una struttura adeguata a loro con insegnanti specifici per questo tipo di problema.
    essere aperti di mente non vuol dire essere pietosi come tanti su questo blog,ma significa afferrare il problema e prendere dei provvedimenti che a volte possono sembrare drastici ma ti assicuro che molte volte il problema lo risolvono.
    sono 5 mesi che ho effettuato un trasloco poiche’ confinavo con una villetta dove vive un bambinio autistico.
    ho cercato in tutti i modi di non farci caso ma sfido chiunque a udire notte e giorno grida assurde e non farci caso.
    in piu’ ultimamente aveva preso la fissazione di saltare nel mio giardino e distruggere tutto quello che trovava.
    i miei bambini sono rimasti terrorizzati dal suo comportamento e persino il pediatra mi detto di cambiare casa.
    non so se questo si puo’ chiamare amore o intelligenza superiore ma io sinceramente preferisco starne lontano e affidare questi casi a persone capaci di seguirli e renderli almeno sociali e non aggressivi.
    questo si puo’ raggiungere solo seguendoli in strutture diverse da una pubblica scuola e seguiti da persone competenti.
    per rispondere poi all’insegnante in germania volevo dire che io in germania ci ho vissuto 9 anni e oltre ad esserci un servizio scolastico solo per bambini autistici,i bambini vengono divisi anche in due palazzine A e B e spiego meglio……
    praticamente se in una classe normale l’insegnante si accorge che qualche bimbo non segue le lezioni oppure ha problemi di apprendimento,viene spostato nella palazzina B dove trovera’ piu’ insegnanti a suo sostegno e non disturbera’ l’andamento normale della classe.
    vogliamo dire che il sistema tedesco non serve?io non credo poiche’ li a differenza nostra non nasce proprio il problema poiche’ hanno sempre la soluzione.
    forse Loredana ha lei delle sue convizioni ma non combaciano con il sistema tedesco e quindi cerchiamo di non dire cavolate.
    un’insegnante in germania deve fare l’insegnante….a queste regole istituzionali ci pensano i tedeschi che e’ meglio.

    Reply
  6. 6

    Ilenia

    Solo una cosa, perché secondo me non ha molto senso andare avanti: ho vissuto in Germania 20 anni, i miei ci vivono tutt’ora, mia mamma (loredana) lavora in un centro per diversamente abili e mio fratello in un gruppo di ragazzi autistici. Quindi, di cavolate non ne spariamo. Ognuno ha i propri punti di vista e io li rispetto. Trovo comunque che la tua prima risposta sia stata molto ma molto poco rispettosa e molto la molto ignorante. Ma ovviamente è facile fare di tutta l’erba un fascio. E li dimostri la tua ignoranza in materia. L’autismo ha talmente tante sfaccettature… Non sono tutti aggressivi e ansiosi di invadere proprietà altrui. Ma appunto, questione di punti di vista e esperienze.

    Reply
    1. 6.1

      Marian

      Ecco ti sei risposta da sola….tua mamma lavora in un centro per diversamente abili e tuo fratello in un centro per autistici.
      E mi spieghi perche’ in germania tutti gli autistici e i diversamente abili sono raggruppati in un centro e non sono insieme ai bimbi normali?forse perche’ vanno seguiti in modo diverso?o perche’ non hanno cuore e li mettono da parte?io pensoche il loro sistema sia migliore e poi io sono solo realista e non ho mancato di rispetto a nessuno!!l’ignoranza e’ tutt’altro!!poi possono esserci autistici violenti o non violenti ma questo dipende soprattutto dal tipo diaiuto che si da’ a questi bimbi.Cio’ non toglie pero’ che hanno sempre un carattere imprevedibile e non ci si puo’ fidare.

      Reply
  7. 7

    Ilenia

    Non hai capito, ci vivono li. Sono adulti che vivono in queste case famiglia perché i genitori sono troppo anziani o altro. E come ti ha già spiegato loredana, in Germania stanno rivedendo il loro sistema e stanno cercando di integrare i diversamente abili in scuole con normodotati (vedi metodo Montessori).
    Mi spiace dirtelo, ma quella che dice cavolate sei tu. Non è vero che sono tutti imprevedibili e che nn ci si può fidare, dipende dal tipo di autismo. Ti consiglio di informarti meglio. Ci sono vari gradi e tipi. Inoltre a volte, alcune persone non sono solo autistiche ma hanno anche altri problemi.

    Reply
  8. 8

    Cristina

    Dovresti solo ringraziare che non hai un bambino autistico o con dei problemi.complimenti anche alla pediatra.insegnate ai vostri figli che il mondo é perfetto,che ci sono solo cose belle,così poi ci meravigliamo che esistono le discriminazioni,il bullismo e il razzismo.perche poi parte tutto da noi mamme e dall’educazione che sappiamo dare

    Reply
  9. 9

    Maria Al Mounzer

    Marian sei uno spietato ignorante te lo dice la mamma di una meravigliosa bambina autistica

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015 - Vietata la riproduzione dei contenuti - MammaOggi.it è un marchio Fair Magazine CF/P.iva 05136530960 - Disclaimer - Pubblicità