About the author

Related Articles

12 Comments

  1. 2

    Barbara

    Non sono d'accordo con questo articolo. Attaccare al seno un bambino ogni volta che abbia voglia di succhare signfica la sua tranquillità e il suo sonno… i bambini che eseguono l'allattamento a richiesta e ogni ora sono attaccati al seno della mamma , anche se io non lo chiamerei allattamento, a meno che non avvenga solo per mangiare (perchè ci sono bambini che si autoregolano) sono quell più stressati (le mamme ancora di più) che hanno più difficoltà nel dormire.. meno sicuri… quando crescono hanno contnuamente bisogno della mamma… non riescono ad autocalmarsi se non con il seno..siamo proprio convinti del fatto che faccia bene? Io per niente..sopratutto perchè poi nella maggior parte dei casi ci si trova davanti a mamme esasperate che di punto in bianco tolgono il seno "perchè non ce la fanno più…! benee.. educativo!!

    Reply
  2. 3

    Michela

    probabilmente non sei mamma….si può capire quanto scritto sopra solo se lo si vive! io ho una bimba di 3 mesi che allatto a richiesta e posso dirti che non sono per nulla stressata, che dormiamo tranquillamente e non mi stanca guardare mia figlia quando mi vuole tutta per se, lei è serena. l' allattamento al seno è il momento in cui lei vuole comunicare con me, non ha ancora la parola ma nei suoi occhi c'è scritto tutto. Non a tutte le donne è data la possibilità di allattare e ringrazio Dio per avermi dato questo dono inestimabile.

    Reply
  3. 4

    Mena

    Il mio bimbo ha due mesi e 17 giorni oggi ed anche io pratico l’allattamento a richiesta,così come consigliato dal personale ospedaliero che dal pediatra poi… I primi due mesi non c’è sonno…’ma ad esempio ora da quasi 15 giorni lui dorme dalle 7 alle 9 ore/die ….. Per il resto del giorno ora mangia anche ogni ora oppure capita che dorme una/due ore… Ma il sistema funziona così…. Così come e’ riuscito da solo a dormire tanto la notte, allora si regolarizzerà … Fra uno due mesi non importa… Io non sono mai riuscita ad imporgli degli orari era sempre affamato o bisognoso di conforto… Penso non ci sia nulla di male nell’assecondare i suoi bisogni

    Reply
  4. 5

    lia

    scusate, ma nessuna di voi deve tornare a lavorare allo scadere dei tre mesi? lo chiedo visto che avete così tanto tempo per poter attaccare al seno i vostri bambini ogni volta e per tutto il tempo che desiderano… un bambino sano (fisicamente e psichicamente) non ha bisogno di mangiare ogni ora, ma di iniziare a regolare il proprio orologio biologico. i neonati per esempio non distinguono giorno e notte, per questo sono sempre disponibili a ciucciare. sta a noi aiutarli a trovare una stabilità nei loro tempi. e poi sono d'accordo con barbara: come insegnante, prima di avere figli mi ero già accorta che i bambini più maleducati (perché senza limiti e non capaci di autoregolarsi), meno autonomi, più insicuri, instabili e mammoni erano stati allattati a richiesta. mi spiace, ma la mia esperienza è questa.

    Reply
  5. 6

    Cecilia

    contesto quanto detto da Barbara ed in particolare da Lia e concordo con l'allattamento a richiesta perchè per migliaia di anni i bambini sono stati allattati al seno (anche i suoi antenati cara Lia) e non sono cresciuti maleducati ed insicuri come dice lei, anzi si ammalano di più quelli allattati con latte articificale come evidenziato da un recente studio dei pediatri americani ……

    Reply
  6. 7

    Chiara

    Lia,la tua esperienza non fa testo.Voler dettar legge sui neonati,NEOnati,la dice lunga.
    Poveri quei bambini che,se hanno sete,devono aspettare lo scadere delle ore imposte da queste rigorose mamme.Siete molto attente ai vostri bisogni,ma quello che fa impressione,è che li occultate dietro la parola "educare".
    Un neonato.
    Ma siete serie?
    Pensa,per la MIA esperienza di maestra di asilo,i figli più maleducati sono quelli di mamme che dopo tre mesi li hanno lasciati per andare a lavorare.Fastidiosa questa frase,vero?Mai quanto le tue idiozie.

    Reply
  7. 8

    stefania

    Ciao mi chiamo Stefy e ho 32 bambini Alessandro 5 anni e Francesco 5 mesi e mezzo che allatto con grande felicità al seno. Ho iniziato a dargli un pò di frutta e oggi comuncerò con la prima farinata come ha detto il pediatra. Io comunque sono sempre stata una mamma che oltre ad ascoltare il pediatra ho fatto ciò che ritenevo meglio per i miei figli (ne ho uno di 5 anni) senza problemi. Con il più grande all'epoca mi dissero che non avevo latte il bambino lo avevano tenuto 6 giorni all'ospedale per un infezione e ogni volta che arrivavo per allattarlo lui "magicamente" dormiva e così mi tiravo il latte. Uscita dall'ospedale lui si attaccava raramente si addormentava e mi dicevano se piange le deve dare per forza l'aggiunta se no muore di fame!
    Mi sono trasferita e qui a Piombino (LI) in toscana dove abito sia l'ospedale che il consultorio ti seguono meticolosamente e spingono tutti all'allattamento al seno (dove possibile naturalmente); qui ho capito che non esiste una mamma senza latte, vi possono essere bimbi pigri, voraci ma qualunque mamma può avere il latte anche dopo un mese dal parto il latte può arrivare! Ci sono stati momenti in cui pensavo che il mio seno fosse vuoto perchè non era gonfio… be non era così il mio bambino riusciva a bere così bene che si sbavava tutto. Secondo le ostetriche e alcuni pediatri qui l'allattamento deve essere a richiesta nache perchè il bambino con il latte della mamma si disseta, vi sono altri come il mio pediatra che è bravo ma essendo all'antica ha ancora l'idea dell'attaccamento al seno non a richiesta altrimenti il bimbo si vizia…. be ora posso affermarlo quando riesci ad allattare ti accorgi che non è così, il bambino si sa autogestire: un esempio il pomeriggio da 15 giorni gli do la frutta all'inizio anche il seno (secondo il mio pediatra sbagliato perchè non capirebbe che quello è un pasto…) ora si mangia alle 17 solo la fruutta senza chiedere più il seno… magari lo chiede più tardi perchè ha sete o voglia di coccole.
    A chi non è mamma mi sento di consigliare di sentire più pareri e di provare a fare come il proprio istinto, o se si vuole provare prima un consiglio, poi un altro per trovare quello migliore per la mamma ed il bambino e sfatiamo il mito che i bambini si viziano non è assolutamente vero semmai siamo noi che li vogliamo viziare essendo noi adulti……

    Reply
    1. 8.1

      Ilaria

      Ciao, ho una bambina di 3 mesi. Io penso che sia giusto un allattamento ad orario soprattutto perchè oltre a educare l' alimentazione va educato anche il sonno. Con l'allattamento a richiesta molte mamme danno il seno anche quando il bambino piange per altri motivi e infatti si attacca pochi minuti e poi si stacca. Dare sempre il seno a ogni pianto impedisce inoltre alla mamma di capire quali sono le vere esigenze del suo bambino. I bambini piangono per tanti motivi: quando fanno la pipì, quando devono fare la pupu' quando non hanno digerito bene, quando vorrebbero dormire e non ci riescono….quindi dare il latte a un bimbo che piange e poi ha mal di pancia non è il massimo, infatti con il latte nello stomaco il suo mal di pancia peggiorerà. Se è il mese di agosto e fa molto caldo per la sete date anche l' acqua, che è molto più dissettante del latte. Il seno non è ciuccio.

      Reply
  8. 9

    Ilaria

    Continuo il commento. La mia bambina fa 5 poppate al giorno e sta attacata 30 minuti a poppata e la metto a letto alle 21:30 e la sveglio alle 6:30 del mattino. Dorme tutta la notte e non è fortuna ma è perchè le ho dato una regola: di giorno si mangia ogni 3 ore e mezza e di notte si dorme. Per un neonato il ciucciare è il piacere, lui non conosce altro, quindi in qualsiasi momento si attaccarebbe al seno anche se non ha fame, allattando ad orario almeno sai quando piange perchè ha fame e per gli altri pianti devi capire i motivi. Ilaria

    Reply
    1. 9.1

      silvy

      Ciao Ilaria, sono la mamma di Luca che ha un mese oggi, lo allatto cercando di tenere degli orari, ma non è sempre possibile, condivido perfettamente quello che hai scritto e vorrei chiederti come hai fatto a mantenere gli orari, io non so mai quanto mangia e spesso piange e dorme male di giorno, credo che non riesca a prendere tutto il latte che gli serve, quindi come faccio a tenere 3 ore 3 ore 12 se ha fame ? Spero che tu mi possa rispondere perché non reggo psicologicamente e non condivido l'allattamento a richiesta quindi quasi quasi l'alternativa è il biberon, ma mi dispiacerebbe tantissimo!

      Reply
  9. 10

    Fede

    mio figlio compie domani 7 mesi,,,, ho provato sia con l’allattamento a richiesta, sia a dargli degli orari,,,, ma non si fa una dormita di filato da quando e’ nato, anzi, da un paio di mesi a questa parte, la notte si sveglia ogni ora e si vuole attaccare….(nemmeno quando aveva un mese, faceva cosi’) io per stanchezza, ormai me lo tengo nel lettone e appena ricomincia a piangere, lo attacco,,,, a volte si attacca persino da solo mentre dormo,,,, non so piu’ che fare,,,,, da quando aveva tre mesi, mangia anche la frutta due volte al giorno,,, e da un mese, mangia anche la pappa lattea, il passato di verdure con la pastina,,,, e comunque ora di giorno, tra frutta, yogurt e pappe, il seno non lo cerca nemmeno piu’….. poi si rifa’ la notte….. ho provato a lasciarlo piangere e a non dargli il seno, ma dopo un ora di strilli, mi arrendo,,,, lo prendo in braccio, lo cullo e appena lo metto giu’ riattacca il pianto,,,, ammetto di essere abbastanza disperata!

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015 - Vietata la riproduzione dei contenuti - MammaOggi.it è un marchio Fair Magazine CF/P.iva 05136530960 - Disclaimer - Pubblicità